Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Argomenti di discussione generici sulla filatelia ordinaria e specializzata

Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda Alpha » mar mag 02, 2017 12:36 am

Qualche giorno fa ero al telefono con un amico, cultore delle specializzazioni di repubblica e autore di un interessante libro, e l'argomento è caduto sull'identificazione dei pettini alto o basso della serie Verdi.
Lo scalino è un buon elemento identificativo, ma non sempre è presente.
In questa inserzione, per esempio:

https://www.delcampe.net/it/collezionis ... 03838.html

a prima vista non si riesce a capire; guardando attentamente la dentellatura verticale del valore da 10 lire noto che lo spazio tra i due dentelli in alto segue il passo normale di dentellatura, mentre in basso lo spazio tra gli ultimi due dentelli è inferiore, e questo mi fa dedurre che si tratta di un pettine alto (dal basso verso l'alto).
Il venditore fornisce precisazioni.
Secondo l'amico specialista però questo francobollo ha uno scarso aplomb e fa ridurre il potenziale numeri di acquirenti.

Avatar utente
Alpha
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: sab feb 11, 2012 8:21 pm
Ha votato: 3 volte
E' stato votato: 2 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda frabru2 » mar mag 02, 2017 11:41 pm

Ciao Alpha io penso che sia proprio il contrario , cioè che il pettine abbia dentellato dall'alto verso il basso, non sempre lo scarto tra i fori è positivo (nel senso che rimano uno spazio più grande rispetto a quello dei dentelli) può avvenire anche il contrario cioè che lo scarto sia negativo ( lo spazio tra i fori sia minore di quello solito tra i dentelli), se noti il francobollo è leggermente più corto in ragione del fatto che ilpettine è stato spinto troppo in basso rispetto al margine superiore.
saluti
ciao ciao ciao
Colleziono Italia Regno e Repubblica .
I francobolli della mia collezione in vendita su https://passaparolach.com/active_auctions.php?user_id=2

Avatar utente
frabru2
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 4031
Iscritto il: lun lug 04, 2005 3:18 pm
Località: Cosenza
Ha votato: 36 volte
E' stato votato: 20 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda Alpha » mer mag 03, 2017 12:36 am

ciao
Ho sbagliato a scrivere, intendevo proprio quello che hai scritto tu: dall'alto verso il basso (quando si ricontrolla tre volte e si scrive l'esatto contrario .. mi diceva un perito sulle sue rare perizie fallaci). Quindi a parte il mio lapsus, il pettine ha un andamento regolare capita che spinga all'estremità. Interessante. Cosa ne pensi sul suo presentarsi così, senza scalino?
E già che siamo in argomento, cosa ne pensi di questo?

https://www.delcampe.net/it/collezionis ... 04838.html

Io propenderei per un pettine basso, perché negli angoli superiori destro e sinistro c'è un leggero disallineamento rispetto al foro inferiore che ricorda il lineare (magari...), il che mi dice che la battuta parte dal basso

Avatar utente
Alpha
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: sab feb 11, 2012 8:21 pm
Ha votato: 3 volte
E' stato votato: 2 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda frabru2 » mer mag 03, 2017 1:30 pm

Questo è veramente arduo , non si nota nessuna differenza nello scarto tra i dentelli se non lo scalino alto , quindi dovrebbe essere, con molti dubbi, un pettine dal basso verso l'alto.
Allego la foto per chi ha difficoltà ad accedere al link.
Immagine
saluti
ciao ciao ciao ciao ciao ciao
Colleziono Italia Regno e Repubblica .
I francobolli della mia collezione in vendita su https://passaparolach.com/active_auctions.php?user_id=2

Avatar utente
frabru2
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 4031
Iscritto il: lun lug 04, 2005 3:18 pm
Località: Cosenza
Ha votato: 36 volte
E' stato votato: 20 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda CARLO CERVINI » mer mag 03, 2017 2:26 pm

Per forza, nel pettine semplice mancava sempre la base in basso nel dentellatore; poi si è inventato il pettine doppio e le cose sono cambiate.

Il problema risiede nella tecnica di dentellatura, così anche la grandezza dello scalino, la piastra con i cilindretti di acciaio poggiava su una base del machinario e i fogli venivano inseriti in pacchetti da 5 o 10 per ogni battuta multipla successiva, quindi lo scalino alto o basso è determinato solo dal verso in cui venivano inseriti i fogli, diritti o capovolti; il dentellatore era sempre lo stesso e operava sempre nello stesso verso.

Lo si vede dai bordi dei fogli interi che non sono mai dentellati in alto e in basso, ma solo in alto o in basso fino al bordo, dalla parte opposta c'è l'ultima riga come nella dentellatura a blocco (anticamente detta a piastra).

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2865
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 51 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda Alpha » mer mag 03, 2017 10:22 pm

ciao Carlo
Grazie della spiegazione!!
Quindi questo è alto o basso?

Avatar utente
Alpha
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: sab feb 11, 2012 8:21 pm
Ha votato: 3 volte
E' stato votato: 2 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda CARLO CERVINI » gio mag 04, 2017 12:06 pm

Un pò sottile, ma basso, devi considerare che di dentellatori a pettine semplice non ce n'era solo uno, ma diversi e a volte il passo standard 14,25 andava spesso da 14,15 a 14,30/35, quindi la misura dello scalino varia da grande fino ad annullarsi (ti ricordi la terza riga del foglio del 25 lire del Marco Polo di Trieste priva di scalino) infatti in questo caso ci sono ben 2 dentellature catalogate.

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2865
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 51 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda Alpha » gio mag 04, 2017 5:40 pm

Complimenti per il tuo occhio ciao
Avevo già osservato dentellature a pettine simili a quella di questo francobollo sul valore da 1,25 lire della serie Filiberto del 1928, in alcuni francobolli bordo di foglio.

Avatar utente
Alpha
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: sab feb 11, 2012 8:21 pm
Ha votato: 3 volte
E' stato votato: 2 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda CARLO CERVINI » ven mag 05, 2017 9:32 am

Infatti, della serie che in filatelia non si finisce mai d'imparare, ho scoperto che i dentellatori a pettine semplice, almeno una decina, risalivano ai francobolli del Regno del periodo 1922 - 1933, lo stesso discorso per quelli lineari; a causa dell'usura i cilindretti venivano sostituiti nel tempo con altri di calibro leggermente diverso così si spiegano le differenti grandezze dei dentelli e dei buchi.

Quando si misura con l'odontometro la dentellatura è meglio a mio parere considerare solo il vertice dei dentelli, i buchi possono essere diseguali.

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2865
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 51 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda Alpha » ven mag 05, 2017 11:58 am

Per esperienza, la serie peggiore da misurare è la "Volta" del 1949, soprattutto il 20 lire, che ha diversi passi di dentellatura, rispetto al 50 lire che ha solo due tipi.
Misurare il "Volta" sui vertici è un'impresa, preferisco centrare il foto nei pochi perfetti, oppure calcolo le distanze a video prendendo una distanza di almeno 12 fori. Per centrare bene un foro ci vorrebbe Autocad, ma già con GIMP con una certa grandezza d'immagine lo scarto è di un paio di 1 o 2 centesimi di millimetro.
Credo che sul volta al Poligrafico si siano sbizzarriti nell'usare tutti i perforatori lineari in magazzino.

Avatar utente
Alpha
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: sab feb 11, 2012 8:21 pm
Ha votato: 3 volte
E' stato votato: 2 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda Alpha » lun mag 08, 2017 12:20 pm

Si, sul Sassone/Carraro si precisa che i pettini risalivano a 20 anni prima.
Gli unici casi invece di lineari in Repubblica fino al 1951 erano il Volta e il 100 lire della democratica, con tutti gli sfasamenti che conosciamo e che hanno prodotto numerose varietà di dentellatura.
Mi chiedo il perché della scelta di dentellare a pettine il Verdi, primo caso di dentellatura di questo tipo in Repubblica.
Sarebbe stato logico dentellare a blocco come nelle emissioni precedenti, data la bellezza del francobollo nell'incisione e nella stampa. Ci sarebbero state varietà solo di filigrana. Certe operazioni mi lasciano perplesso, cioè il voler usare strumenti obsoleti fa pensare al voler per forza creare delle varietà. Dato che esiste già una perforazione (a blocco) di grande qualità tecnica, perché "rovinare" un francobollo con perforazioni pressapochistiche? Che poi creino oggetti di maggior valore, dovrebbe essere un fattore di nessuna importanza in fase di lavorazione.
Il tipo di dentellatura veniva stabilito col decreto di emissione?

Avatar utente
Alpha
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: sab feb 11, 2012 8:21 pm
Ha votato: 3 volte
E' stato votato: 2 volte

Re: Identificazione del pettine nella serie "Verdi"

Messaggioda Alpha » gio mag 11, 2017 11:23 pm

Mi rispondo (parzialmente) da solo. Dopo una ricerca sul catalogo, ho notato che le serie stampate in rotocalco hanno perforazione a blocco, mentre quelle stampate in calcografia hanno perforazione lineare o a pettine.
Le serie in rotocalco in periodo ruota hanno fogli di 40 50 o 60 o 100 x 4 (a seconda del formato della vignetta), quelle in calcografia fogli di 50 o 60 semplici.
Sicuramente tra le due cose, tipo di stampa e perforatore, esiste una relazione.

ciao ciao

Avatar utente
Alpha
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: sab feb 11, 2012 8:21 pm
Ha votato: 3 volte
E' stato votato: 2 volte


Torna a Varie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron