Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

Francobolli C.L.N.

Francobolli emessi in periodo RSI, emissioni GNR, Base Atlantica, ecc.

Francobolli C.L.N.

Messaggioda tonyno1313 » lun dic 03, 2012 11:50 pm

Buonasera a tutti.
Premetto che non so se la sezione giusta del Forum è questa, ma volevo sottoporvi questi francobolli (un espresso e sei valori ordinari) con sovrastampa C.L.N. che non sono riuscito a trovare per capire che tipo di emissione è.
http://img94.imageshack.us/img94/7825/espresson.jpg
http://img13.imageshack.us/img13/1755/ordinari.jpg
Qualcuno può aiutarmi.
Grazie.
Antonino Barbaro
I miei oggetti in vendita su EBAY

tonyno1313
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 208
Iscritto il: ven nov 16, 2012 9:55 am
Località: Roma
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 4 volte

Re: Francobolli C.L.N.

Messaggioda frabru2 » mar dic 04, 2012 12:19 am

Ciao Antonio, dovrebbe trattarsi della sovrastampa del CNL di Torino sui francobolli RSI, ne furono emessi pochi esemplari ma pare che non ci sia un decreto chiaro sulla loro emissione e sono trattati alla stregua delle targhette di propaganda, comunque , su questo ci sono pareri molto discordi alcuni li considerano francobolli a tutti gli effetti altri invece no, unica cosa certa è che le tirature di questi francobolli sono in genere bassissime e quindi molto rari.
L'unificato li cataloga e li quota solo come nuovi, probabilmente non esistono usati.
L'espresso viene quotato 155 euro UNI n. 17, i francobolli della serie ordinaria, per ciò che riguarda i bassi valori, hanno quotazioni minori.
Sono stati emessi nel maggio del 1945.
Questa la descrizione che ne da l'Unificato
"Approntati da un insolito <<CLN Postelegrafonici>> dopo che l'AMG Regione Piemonte aveva vietato al CLN di Torino ogni sovrastampa. Non furono mai in vendita negli uffici postali, ma qualche esemplare fu usato per realizzare lettere (anche raccomandate) con bolli regolamentari" (da Unificato super 2013)
Qualsiasi esemplare su busta viene quotato 1.500 euro
saluti
Francesco
ciao ciao ciao
Colleziono Italia Regno e Repubblica .
I francobolli della mia collezione in vendita su http://www.passaparolach.com/shop.php?name=Collezionando+Francobolli+e+altro&user_id=100004

Avatar utente
frabru2
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 4052
Iscritto il: lun lug 04, 2005 3:18 pm
Località: Cosenza
Ha votato: 36 volte
E' stato votato: 20 volte

Re: Francobolli C.L.N.

Messaggioda tonyno1313 » mar dic 04, 2012 1:22 am

Ti ringrazio Francesco per il chiarimento.
Gli esemplari che ho postato non avranno un gran valore perchè sono linguellati, ma ero curioso di sapere che emissione fosse perché consultando il Sassone ed il C.E.I. non ne avevo trovato traccia.
Grazie ancora per avere soddisfatto la mia curiosità.
A presto.
Antonino Barbaro
I miei oggetti in vendita su EBAY

tonyno1313
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 208
Iscritto il: ven nov 16, 2012 9:55 am
Località: Roma
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 4 volte

Re: Francobolli C.L.N.

Messaggioda CARLO CERVINI » mer dic 05, 2012 11:15 am

Vedi Antonio, si tratta di francobolli soprastampati molto particolari, creati in gran numero tra Aprile e Giugno del 1945, per propaganda, il servizio postale con il dissolvimento delle strutture dell'RSI era azzerato (i dipendenti postali rimossi o incarcerati per collaborazionismo; in molti casi furono di pura iniziativa privata, vennero riconosciuti a posteriori dai Prefetti e dai CLN locali, messi davanti al fatto compiuto, in base al decreto con cui il CLNAI divenne il titolare di tutte le Istituzioni ex RSI in attesa dell'estensione del Regno del Sud (titolare vero della continuità istituzionale) ai territori liberati del Nord in larga parte occupati dagli Alleati.

I francobolli che hai postato sono del CLN postelegrafonici di Torino e i cataloghi molto spesso ignorano tante di queste emissioni, quotando solo quelle dotate di un documento (ordinanza) ufficiale di autorizzazione, il C.E.I. del 2005 è il più completo, ad esempio c'è il 1,25 espresso, ma molti valori ed emissioni non furono mai riconosciute come originali e regolari, esistono solo come nuovi o non emessi, rarissimi usati con annullo originale o su documento verace e regolarmente viaggiato (quasi sempre posta provocata).

Un pò come gli ultimi francobolli soprastampati della RSI con doppia o tripla soprastampa normale o capovolta, costruiti ad arte per creare delle rarità filateliche.

E' tutto un settore da prendere con le pinze, tra l'altro con valutazioni fuori dal mondo, se sono farlocchi o emissioni private, decisamente miserrime se originali e regolari, viste le tirature minime; molti grandi nomi della filatelia del passato hanno espresso forti riserve su tutto questo, ma purtroppo il mercato e i collezionisti hanno la memoria corta.

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

Re: Francobolli C.L.N.

Messaggioda tonyno1313 » mer dic 05, 2012 11:58 am

Ti ringrazio per la precisazione, Carlo.
Dai tuoi interventi, come da quelli di molti altri membri autorevoli di questo Forum, si apprende sempre qualcosa di interessante che riguarda la storia della filatelia ma legata a quelli che sono stati i momenti storico-politici più importanti dell'Italia. Sto imparando davvero molto.
Tornando ai francobolli che ho postato, so benissimo che il periodo della R.S.I., da un punto di vista filatelico, è un terreno minato, con tantissime sovrastampe false che circolano liberamente ed impunemente. Infatti non ho mai acquistato francobolli di questo periodo. Ho poche cose, avute in maniera casuale, e mi incuriosiva questa sovrastampa che non riuscivo ad identificare.
Grazie ancora Carlo.
A presto.
Antonino Barbaro
I miei oggetti in vendita su EBAY

tonyno1313
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 208
Iscritto il: ven nov 16, 2012 9:55 am
Località: Roma
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 4 volte

Re: Francobolli C.L.N.

Messaggioda ignotus » mer dic 05, 2012 11:27 pm

Uniche emissioni con una parvenza di ufficialità sono quelle della Val Bormida, di Imperia e Savona... forse per quelle della Val d'Ossola...le altre sono bufale o giù di lì! I cosidetti francobolli di Belluno sono stati emessi dal CLN ma non sono altro che vignette (così decretato dal locale comitato) di beneficenza elevate a rango di francobolli dai vari catalogari del settore!

Se Giulio Bolaffi che è stato pure capo partigiano si è sempre rifiutato di catalogare questa pletoria di emissioni cresate ad arte per raspare qualche soldino dalle tasche di "filatelisti di bocca buona"! Come ho detto spesso le emissioni sono avvenute dove c'era in funzione un circolo filatelico o un filatelista notabile del posto e non in posti come Asiago, Bassano del Grappa, Borso del Grappa, Pove del Grappa, Valdobiadene, Vittorio Veneto, Asolo, Oderzo ecc. Nel Veneto se si eccetua Ariano Polesine dove ci sono stati francobolli sovrastampati "offerti da filatelisti donatori" non c'è stata un'altra che sia una emissione del CLN se si eccetua l'emissione delle vignette di beneficenza di Belluno!

In Francia alla fine della guerra il ministero delle poste pubblicò l'elenco delle emissioni locali patriottiche veraci ed ha fatto chiarezza...in Italia nulla di questo perchè? Elementare dottor Wattson: tutte bufale e forse nessun interesse di notabili locali da tutelare!

L'emissione più assurda è quella di Aosta datata in base ad un decreto del C.L.N. del 27 ottobre 1944 quando la Val d'Aosta era ancora saldamente presidiata dalle formazioni della RSI che si arresero solo ai primi di maggio agli alleati!
Quella fatta stampare appositamente in Svizzera non ha mai avuto un effettivo impiego postale sia pure abusivo!
Ultima modifica di ignotus il mar apr 02, 2013 4:00 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 6076
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 74 volte

Re: Francobolli C.L.N.

Messaggioda LUPO SOLITARIO » mar apr 02, 2013 2:01 pm

Ho letto quanto scritto sopra e come ben saprete essendo un filatelico "ignorante" in materia, mi permetto di postare alcuni francobolli con la dicitura CLN, questi insieme ad altri francobolli si trovano a fine catalogo dove mia nonna metteva tutte le rarità o varianti dei bolli.

Ora non si riesce veramente a capire che tipo di valore possano avere oppure se come detto in precedenza se sono francobolli o meno?

Vi ringrazio per le risposte che vorrete darmi.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

LUPO SOLITARIO
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 41
Iscritto il: gio gen 10, 2013 12:36 pm
Ha votato: 1 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: Francobolli C.L.N.

Messaggioda CARLO CERVINI » mer apr 03, 2013 11:38 am

Si tratta, non posso che concordare con Ignotus, di emissioni di propaganda, spesso d'iniziativa privata che non furono mai preventivamente autorizzate come regolari emissioni postali per servizio, ovviamente i francobolli sottostanti originali dell'RSI mantenevano il loro valore facciale e potevano quindi essere tollerati ed utilizzati per affrancare documenti postali nelle tariffe RSI in uso all'epoca.

Non a caso quando nel Nord Ovest tutti i francobolli della RSI furono dichiarati fuori corso, perdendo il loro valore per l'affrancatura il fenomeno si esaurì da solo, sarebbero diventati degli erinnofili privi di validità postale, nel Nord Est dove rimasero in validità i francobolli RSI (eccetto i tamburini) il fenomeno fu assai limitato.

Il riconoscimento ufficiale, quasi sempre postumo, delle Prefetture o dei Comitati di Liberazione è molto opinabile e discutibile, la sovranità postale era del Regno del Sud e riguardava i francobolli del Regno in uso, poi della Luogotenenza; il potere del CLNAI era prettamente amministrativo e civile riferito alle Istituzioni di base della defunta RSI, Giustizia, Ordine pubblico, territorio ecc........, quello militare era dell'AMG; di sicuro non riguardava il servizio postale (considerato fin dal 1943 servizio interno), con delle emissioni che non erano mai state riconosciute dal legittimo Governo del Regno e neanche dall'UPU; (per gli aerogrammi di P. A. per l'estero dovevano essere utilizzati non a caso i valori del Regno).

Per anni, al di là dei problemi ideologici e politici, si è discusso se i francobolli della RSI erano vere emissioni postali o etichette dentellate di servizio, poi ha prevalso il buon senso legato all'effettivo svolgimento del servizio postale e alla presenza di documenti originali ed autentici di storia postale e sono stati riammessi con piena dignità nel collezionismo filatelico.

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte


Torna a Repubblica Sociale Italiana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite