Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

Volo Roma Mogadiscio

O aerofilatelia, ovvero il forum dedicato al collezionismo di oggetti postali trasportati per via aerea.

Volo Roma Mogadiscio

Messaggioda assodibastoni » lun giu 23, 2014 5:48 pm

Ringrazio anticipatamente chi sarà cosi gentile da darmi quante piu' informazioni a riguardo di questa busta, incluso valutazione.
Un saluto a tutti, Cristian.
http://imageshack.com/a/img840/8027/oys3.jpg

assodibastoni
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 10
Iscritto il: dom nov 21, 2010 11:59 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: Volo Roma Mogadiscio

Messaggioda AntonioNurra » lun giu 23, 2014 6:38 pm

La valutazione di un reperto è sempre meglio eseguirla dal vivo per evitare incomprensioni: in questa busta non si vedono i margini, apparentemente sembra ben messa ma se poi è solo un frontespizio? Sulle altre notizie è possibile instaurare una discussione. In base al regolamento del forum ho diritto di mostrare un articolo di cui sono autore in quanto rilasciato sotto licenza Creative Commons sul sito Noi Collezionisti

Immagine
Francobollo per servizio di stato del Volo Speciale Roma - Mogadiscio

Nel 1934 l’Ente Autonomo Fiera di Tripoli per commemorare il 65° anno di nascita di Vittorio Emanuele III Re d’Italia promosse un volo speciale per la Somalia dove il sovrano si era recato in visita ufficiale. L’occasione fu propizia per eseguire tutte le rilevazioni del caso al fine di stabilire la possibilità effettuare un volo di linea regolare a cura della “Compagnia Aerea Ala Littoria S.A.”. L’equipaggio era composto dal pilota Francis Lombardi e dal secondo Vittorio Suster, dal marconista Pietro Cavalieri, dal meccanico Luigi Giacomelli e da Enrico Venturini ingegnere della compagnia con mansioni di supervisore. Il programma di volo era abbastanza semplice:

10 Novembre: ore 6:20 partenza da Roma – ore 13:30 arrivo a Tobruk – ore 16:00 partenza
11 Novembre: ore 5:30 arrivo a Massaua – ore 11:00 partenza – ore 17:55 arrivo a Mogadiscio


Immagine
Aerogramma Roma-Mogadiscio con la serie completa

Il percorso totale fu di 5970 km trascorsi in 28:30 ore di volo effettivo con un aeroplano Savoia-Marchetti S71 trimotore. A bordo era trasportato un corriere postale di cui una parte riservata al sovrano e contenente gli auguri per il suo genetliaco. Per tali motivi il 5 novembre le Poste Italiane avevano posto in vendita una serie di 6 francobolli speciali in sei colori e validi solo per il volo del 10 novembre. La tiratura fu di 75.000 serie stampate in rotocalco su carta con filigrana a corona. Giuseppe Rondini eseguì il bozzetto che ritraeva il sovrano e dal quale fu ricavato anche il francobollo per servizio di stato noto come “coroncina” in quanto caratterizzato da una impressione in oro della corona reale affiancata dalla scritta “SERVIZIO DI STATO”. Di questi francobolli riservati alla posta ufficiale fu eseguita una tiratura di 5000 esemplari mai messi in vendita al pubblico. La vendita fu consentita per sole 24 ore ed i valori previsti facevano fronte a tutte le sei soprattasse per posta aerea dunque gli aerogrammi dovevano essere affrancati anche con un valore ordinario a cui si aggiungevano le seguenti tariffe:

cartoline di peso non superiore ai 15 grammi per Tobruk sopratassa di lire 1
lettere di peso non superiore ai 15 grammi per Tobruk sopratassa di lire 2
cartoline di peso non superiore ai 15 grammi per Massaua sopratassa di lire 4
lettere di peso non superiore ai 15 grammi per Massaua sopratassa di lire 5
cartoline di peso non superiore ai 15 grammi per Mogadiscio sopratassa di lire 8
lettere di peso non superiore ai 15 grammi per Mogadiscio sopratassa di lire 10


Immagine
Aerogramma servizio di stato dalla Cirenaica

Per ogni colonia venne poi approntata una tiratura di 10.000 serie sempre su bozzetti di Giuseppe Rondini e per ogni serie fu previsto il francobollo per il servizio di stato in tirature da 750 esemplari. Il carico postale preso in consegna a Roma fu di 88 kg a cui si aggiunsero altri 160 kg tra Tobruk e Massaua. Per annullare i francobolli fu impiegato un bollo speciale circolare con inchiostro nero sormontato dalla corona reale, dal nominativo della città di provenienza del corriere postale e la dicitura “POSTA AEREA SPECIALE” più la data. Lo stesso fu poi impiegato come timbro di arrivo. Tutta la corrispondenza venne poi fornita di timbro speciale a forma romboidale con la dicitura “VOLO POSTALE – ROMA MOGADISCIO – NOVEMBRE 1934 – XII” mentre per la posta ufficiale di servizio fu adoperato un timbro su tre righe con la dicitura “VOLO POSTALE – ROMA MOGADISCIO – AL SERVIZIO DI S.M. IL RE”.

Immagine
Francobollo per il servizio di stato della Somalia Italiana

Nel giorno 11 novembre era previsto il volo di ritorno Mogadiscio-Roma con il trasporto di un nuovo corriere postale ma il volo dovette essere rimandato al giorno 13. Sfortunatamente al momento del decollo scoppiò un pneumatico e l’aereo si puntò con il muso nel terreno mentre un motore andava a fuoco. La posta fu tutta recuperata ed inoltrata per via ordinaria. Sugli aerogrammi era stato precedentemente apposto l’annullo speciale “MOGADISCIO – POSTA AEREA SPECIALE – 13.11.34.XIII” a cui si aggiunse il timbro “ROMA FERR. RACCTE – POSTA AEREA – 1 12 34 21”. Un solo aerogramma era affrancato con il valore per il servizio di stato. Nel corriere vi erano inoltre gli aerogrammi provenienti da Massaua e da Asmara che recano i relativi timbri di partenza con la dicitura “POSTA AEREA SPECIALE”. Dal momento che il volo era previsto per il giorno 11 novembre gli unici francobolli commemorativi recano la soprastampa con questa data e furono ottenuti dal valore di posta aerea da 25 c. emesso per la Somalia Italiana nella serie dedicata alla seconda mostra internazionale di Arte Coloniale. La dicitura completa della soprastampa in tre righe riporta “11 NOV. 1934 – XIII / SERVIZIO AEREO / SPECIALE” con in alto a sinistra una coroncina. Di questi valori furono emessi solo 500 esemplari e gli aerogrammi affrancati con una coppia e che dunque assolvevano la tariffa di 50 c. vennero affidati alla Marina Militare e precisamente alla Regia Nave Gorizia. A Porto Said furono dotati di affrancatura egiziana per sopratassa aerea e raccomandazione ed inoltrati a Brindisi. Erroneamente si crede che tale scelta fu conseguenza dell’incidente avvenuto all’areo ma in realtà l’incidente è avvenuto il 13 novembre mentre l’intero dispaccio fu annullato con annullo speciale “R. NAVE – GORIZIA – 11.11.34” e quindi due giorni prima dell’incidente. Al contrario gli aerogrammi affrancati con un solo esemplare più i valori necessari al raggiungimento della tariffa di 11,50 lire per il servizio di raccomandata non ricevettero il timbro della Regia Nave ma l’annullo speciale già descritto e con data 14 novembre 1934. I motivi di tali incongruenze rimangono ancora oggi sconosciuti.

Avatar utente
AntonioNurra
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven nov 27, 2009 1:58 pm
Località: Cellamare (BA)
Ha votato: 35 volte
E' stato votato: 19 volte

Re: Volo Roma Mogadiscio

Messaggioda assodibastoni » lun giu 23, 2014 9:12 pm

Grazie Antonio per la risposta celere, è un piacere leggere le tue pubblicazioni! Quando mi arriverà la busta postero' delle scannerizzazioni fronte e retro, un saluto Cristian.

assodibastoni
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 10
Iscritto il: dom nov 21, 2010 11:59 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta


Torna a Aeorofilia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron