Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

CH: emissioni 11 maggio 2017

CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda mendris » gio mar 16, 2017 7:54 pm

La Posta svizzera emetterà l' 11 maggio 2017 otto serie e una cartolina postale affrancata con un valore facciale complessivo di 15.65 CHF
Tutti i valori saranno illustrati sulla rivista La Lente 2/2017 del 31 marzo 2017.

www.posta.ch/francobolli

mendris
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 10
Iscritto il: sab gen 14, 2017 10:06 pm
Località: CH-6850 MENDRISIO
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda mendris » sab apr 01, 2017 10:36 am

www.postshop.ch/lente

E' uscita ieri l' edizione 2/2017 del trimestrale filatelico della Posta svizzera "La Lente". E' dedicata all' illustrazione, con immagini e commenti, delle serie che saranno emesse il prossimo 11 maggio.

Rilevante, questa volta, l'emissione di francobolli che riguardano il sud delle Alpi svizzero: valore da 1.- CHF dedicato al Festival del film di Locarno, francobollo della serie Pro Patria da 0.85 + 0.40 con la foto del castello visconteo di Locarno, serie di due valori da 1.- CHF con l'immagine dei tre castelli di Bellinzona iscritti nella lista UNESCO.

mendris
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 10
Iscritto il: sab gen 14, 2017 10:06 pm
Località: CH-6850 MENDRISIO
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda Giasone » sab apr 01, 2017 12:54 pm

Mi interessano il francobollo del 70° Festival del film Locarno valore facciale CHF 1.00 (ca € 0,95) e la FDC con francobollo singolo.
Scambio al facciale con italiani.
Grazie della segnalazione.
ciao
PS Il sito delle Poste svizzere è una piccola amazon offre davvero di tutto.
Repubblica, Francobolli Speciali, Cinema

Avatar utente
Giasone
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 695
Iscritto il: gio gen 01, 2009 7:15 pm
Ha votato: 24 volte
E' stato votato: 9 volte

Re: CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda ignotus » lun apr 03, 2017 6:16 pm

Io di Svizzera possiedo una raccolta pressochè completa dal 1918 in qua pure con buoni pezzi della difficile emissione "Helvetia in piedi" ma...finisce con la "defunzione" della stamperia di stato delle poste anche se ho delle serie del periodo successivo! La qualità dei francobolli svizzeri dopo la choiusura della Courvoisier e della stamperia delle poste è diventata più "andante" per non dire scadente. Appaltano la stampa dei valori fiduciari a chi fa il maggior sconto e allora...varietà a gogò come che ne mancassero nella filatelia svizzera: vedi la lastra di vetro per il rotocalco strisciata usata dalla Courvoisier per una dozzina di anni che ne ha generate a iosa. Conclusione: tanti hanno smesso di comprare francobolli svizzeri, io per primo. Almeno in Italia per fortuna esiste una legge che dice che tutti i valori fiduciari (banconote, monete e valori bollati) debbono essere prodotti dallo stato, cosa capitata a partire dal 1863 con poche eccezioni dovute a periodi calamitosi quando lo stato dovette ricorrere a un paio di stampatori privati in tutto. I francobolli Italiani dell'ultimo periodo a me sembrano di ottima qualità sotto tutti i punti di vista...meglio di quelli svizzeri di sicuro!

Comprare nuove emissioni svizzzere? No, grazie!

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 5939
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 69 volte

Re: CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda CARLO CERVINI » mer apr 05, 2017 2:13 pm

Le poste svizzere sono presenti con uno stand da anni a Veronafil, ma vendono solo francobolli e materiale inerente; a Novembre c'èra in bella mostra una nuova moneta d'oro da 50/100 CHF coniata dalla zecca sul tema dei laghi alpini, ed altre commemorative d'argento da 10 e 20 CHF di recente emissione, purtroppo non si possono acquistare ne prenotare presso di loro.

E' una vera beffa............ci sarebbe una coda di un chilometro; ma tant'è............queste sono le regole; un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2865
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 51 volte

Re: CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda mendris » ven apr 21, 2017 3:02 pm

ignotus ha scritto:Io di Svizzera possiedo una raccolta pressochè completa dal 1918 in qua pure con buoni pezzi della difficile emissione "Helvetia in piedi" ma...finisce con la "defunzione" della stamperia di stato delle poste anche se ho delle serie del periodo successivo! La qualità dei francobolli svizzeri dopo la choiusura della Courvoisier e della stamperia delle poste è diventata più "andante" per non dire scadente. Appaltano la stampa dei valori fiduciari a chi fa il maggior sconto e allora...varietà a gogò come che ne mancassero nella filatelia svizzera: vedi la lastra di vetro per il rotocalco strisciata usata dalla Courvoisier per una dozzina di anni che ne ha generate a iosa. Conclusione: tanti hanno smesso di comprare francobolli svizzeri, io per primo. Almeno in Italia per fortuna esiste una legge che dice che tutti i valori fiduciari (banconote, monete e valori bollati) debbono essere prodotti dallo stato, cosa capitata a partire dal 1863 con poche eccezioni dovute a periodi calamitosi quando lo stato dovette ricorrere a un paio di stampatori privati in tutto. I francobolli Italiani dell'ultimo periodo a me sembrano di ottima qualità sotto tutti i punti di vista...meglio di quelli svizzeri di sicuro!

Comprare nuove emissioni svizzzere? No, grazie!


Mi sembra che Lei entri un poco in contraddizione sull' argomento stampa dei francobolli: all'inizio, in un certo senso, incensa la privatissima Courvoisier di La-Chaux-de-Fonds, poi afferma l'essenzialità dello Stato (riferito all'Italia) per questo settore "tipografico". Le dirò che si tratta, se si vogliono fare confronti fra I e CH, di due realtà storiche, istituzionali, tradizionali, emozionali molto diverse. Alla "pesantezza" dell'istituto statale italiano, incredibilmente onnipresente secondo noi svizzeri, si contrappone la leggerezza dello Stato federale svizzero più "coordinatore" del Paese che creatore e controllore di ogni attività. Io, i miei amici filatelici, non ci scandalizziamo se buona parte dei francobolli svizzeri sono stampati in Olanda (Enschede) o altrove in Europa come a nessuno veniva il voltastomaco, qualche decennio fa, se leggeva sulle banconote emesse dalla BNS la scritta "de La Rue - London" riferita alla tipografia che le aveva stampate... Quanto poi al resto, è questione di gusto!

mendris
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 10
Iscritto il: sab gen 14, 2017 10:06 pm
Località: CH-6850 MENDRISIO
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda ignotus » sab apr 22, 2017 9:38 pm

La Courvoisier in pratica per lo stato svizzero era una sorte di stamperia di stato dati i ferrei controlli esercitati dall'autorità federale. Anche un paese scalcagnato come la Tunisia possiede una sua stamperia di stato per i valori fiduciari. In Italia esiste questa legge e addiritura nel 1876 quando la repubblica di San Marino decise di dotarsi di propri francobolli e si rivolse all'Officina Carte Valori di Torino fu necessaria un'apposita legge per consentire alla stamperia di poter assumere comissioni per carte valori da stati esteri! La legge precedente limitava l'uso della stamperia allo stato italiano. Io credo che se la confederazione si creasse ex novo una stamperia di stato per tutti i valori fiduciari avrebbe un notevole risparmio sui costi e darebbe lavoro a cittadini svizzeri. Sarebbe più in grande quello che ho fatto io per le fotografie. Io una volta facevo stampare le fotografie che scatto a un fotografo con il costo di 25-30 centesimi a fotografia. Un bel giorno mi sono comprato una bella stampante a getto d'inchiostro e mi stampo le foto in casa con il costo risibile di non credo più di 5 centesimi di euro. Per far stampare in Olanda o in Francia (dalla Cartor che stampa in un offset approsimativo) o altrove i francobolli vuol dire che ci debbono essere sotto altri interessi. Il buon Andreotti diceva : "pensar male si fa male ma quasi sempre ci si indovina!"
Ultima modifica di ignotus il lun apr 24, 2017 11:32 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 5939
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 69 volte

Re: CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda Alpha » lun apr 24, 2017 1:22 pm

La Courvoisier aveva stampato indirettamente per lo stato italiano: nel 1953 le serie Seconda Fiera della Somalia e UPU dell'Amministrazione Fiduciaria della Somalia, con risultati precisi dal punto di vista tecnico, ma, secondo Alberto Diena, con disegni molto semplici e senza vera ispirazione artistica.

Avatar utente
Alpha
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: sab feb 11, 2012 8:21 pm
Ha votato: 3 volte
E' stato votato: 2 volte

Re: CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda ignotus » mar apr 25, 2017 11:06 am

La Courvoisier è stata liquidata volontariamente (alcuni macchinari li hanno ceduti alla House of Questa) per un solo motivo: il prodotto era troppo perfetto e implicava costi fissi di produzione ammortizzabili solo con alte tirature.
Con tirature più basse conviene l'uso anzichè del rotocalco quello dell'offset anche se in molti casi ha una resa (anche da parte di ditte rinomate) che la più scalcagnata tipografia dei dintorni di casa mia riesce a far meglio. E' capitato un poco quello che capitò alla rinomata stamperia di Bassano del Grappa della famiglia Remondini che spopolava l'Europa con la vendita oltre che di soggetti profani soprattutto con la vendita di immagini sacre. Stampava in calcografia in modo raffinato ma con l'avvento della litografia alla fine del '700 iniziò il declinio fino alla definitiva chiusura nel 1861. Per la storia dei Remondini:

https://it.wikipedia.org/wiki/Remondini
Ultima modifica di ignotus il ven set 01, 2017 6:08 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 5939
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 69 volte

Re: CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda eric » mar apr 25, 2017 1:22 pm

Leggo su http://cdf-bibliotheques.ne.ch/bvcf/pat ... isier.aspx

Mais les nouveaux usages en matière d’échanges d’information et notamment le grand succès que connaît le courrier électronique entraînent la chute libre de l’utilisation des timbres-poste. Ces circonstances et la concurrence du marché oblige Hélio Courvoisier à déposer son bilan en 2001.

Quindi è chiaro che l'azienda non era più concorrenziale e che per conseguenza ha dovuto chiudere. Era privata e non statale come l' Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Quindi costretta a produrre con un utile. Non essendoci più un guadagno, il proprietario a chiuso l'azienda. Cosa che succede tutti i giorni nel settore privato.

eric
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 571
Iscritto il: sab mag 29, 2010 6:42 pm
Ha votato: 6 volte
E' stato votato: 30 volte

Re: CH: emissioni 11 maggio 2017

Messaggioda ignotus » mar apr 25, 2017 3:51 pm

Ribadisco il mioo concetto che ho espresso circa la stampa delle fotografie. Il governo federale doveva acquisire la Courvoisier e incorporarla nella stamperia delle poste e continuare a dare lavoro agli svizzeri ma...per lasciar andare in malora il tutto sotto sotto ci debbono essere interessi forse inconfessabi. Ripeto: se anche paesi come la Tunisia e Malta hanno una propria stamperia di statoperchè un paese come la Svizzera che non è il Burundi non la ha? Anche il Liechtenstein si serve della stamperia locale Guttemberg che stampa prodotti di prima qualità.
Ultima modifica di ignotus il ven set 01, 2017 6:09 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 5939
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 69 volte


Torna a Francobolli Europa Occidentale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron