Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

Caro e vecchio guller

Annulli postali, affrancature meccaniche, bolli d'ogni tipo

Caro e vecchio guller

Messaggioda gianluca74 » mer ott 08, 2014 2:41 pm

E' di oggi un articolo apparso su vaccarinews e di cui riporto , dove si parla del "vecchio" guller oramai quasi istinto e di cui in qualche modo se ne sente un pò la mancanza (almeno per alcuni è così), bei tempi quando lo si usava per annullare nelle varie manifestazioni filateliche ed anche agli stessi sportelli filatelici, per non pensare l'uso giornaliero su vari documenti negli uffici postali o negli uffici di smistamento postale........oggi vabbè sono stati sostituiti da altri sistemi ma non è la stessa cosa.....voi che ne pensate :?: ciao

ARTICOLO: Notizie dall'Italia

Ode al guller

Una cartolina (con francobollo ed annullo ideali) ricorda l’incontro dei postali lombardi. Su di essa, una nostalgica descrizione di contenuto marcofilo…
Elogio al bollo da parte dei dipendenti di Poste italiane che lavorano in Lombardia. Durante il recente incontro interno, hanno realizzato una cartolina commemorativa, con francobollo immaginario (riprende le ex Poste centrali di Milano, in piazza Cordusio) obliterato attraverso lo slogan “Che la forza sia con noi”.
Se il lato immagine propone un bel manuale, oggi sempre più difficile da vedere dietro agli sportelli (tanto che, senza troppa immaginazione, in un prossimo futuro potrebbe scomparire), il lato opposto è dedicato ad un componimento in suo onore.“La sonorità postale -vi si legge- si riconosce nella nota di uno strumento dal timbro particolare, il guller, congegno dedicato alla strutturante accettazione del tempo ma che, tecnicamente, è proprio un «timbro». Oggi i suoi suoni si moltiplicano e scorrono vivi come l’acqua dentro i nostri uffici ma il «bang» del guller si distingue dagli altri, è «deciso e rapido», limpido e greve come quello di un timpano”.
“In un’altra epoca apponeva la verità assoluta del dove e quando su qualunque oggetto, batteva la carica come un cuore in tumulto nella cassa armonica dell’ufficio postale. Bang! Bang!... Il suono del timbro si ripercuoteva ad intervalli regolari, sempre più ravvicinati ed elastici, rullando sul tamburo di gomma durante la bollatura della posta in arrivo, calava sui certificati delle pensioni di guerra con solerzia commemorativa. Bang! Bang! Colava come gocce di miele sui cedolini Inps, attutito dal mormorio dei pensionati, l’osanna ai fedeli che lo aspettavano dall’alba. E quando l’orecchio era ormai riposato e il crepitio dei timbri sfumato fino a spegnersi del tutto, risuonava un ultimo colpo nell’aria, solenne e perentorio come lo sparo del cannone del Gianicolo a mezzogiorno: era la chiusura del dispaccio speciale. L’ultimo bollo con quella data”.

Link: http://www.vaccarinews.it/index.php?_id=17245
Gianluca Nocella
Colleziono Italia Repubblica nuova; ordinari castelli d'Italia, annulli provincia di Cosenza; tematica religiosa nuovi sui Santi.
Id Skype: gianpa1974

Avatar utente
gianluca74
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2181
Iscritto il: dom feb 04, 2007 5:22 pm
Località: 87027 - Paola (Cs)
Ha votato: 5 volte
E' stato votato: 14 volte

Re: Caro e vecchio guller

Messaggioda AntonioNurra » gio ott 09, 2014 8:27 am

gianluca74 ha scritto:voi che ne pensate :?:
Splendida domanda Gianluca...le risposte possibili ovviamente divideranno le opinioni in tre gruppi di pensiero:
A) totale indifferenza verso il guller
B) nostalgia per il bel tempo che fu del guller
C) apprezzamento per il rinnovamento a discapito del guller

Non voglio parteggiare per nessun gruppo e a domanda rispondo con domanda (...per educazione so che non si dovrebbe fare ovviamente...ma lo faccio lo stesso!!! :mrgreen: ): un hobby... una scienza... un'arte... (che cos'è la filatelia?) sopravvive attraverso un consapevole rinnovamento oppure tramite il mantenimento di uno status anche quando quest'ultimo è palesemente obsoleto? ciao ciao

Avatar utente
AntonioNurra
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven nov 27, 2009 1:58 pm
Località: Cellamare (BA)
Ha votato: 35 volte
E' stato votato: 19 volte

Re: Caro e vecchio guller

Messaggioda Funes » gio ott 09, 2014 9:31 pm

A proposito di interrogativi amletici, ho letto sull'altro forum l'opinione di Antonello Cerruti, secondo il quale lo sviluppo di internet avrebbe portato ad un incremento del numero dei collezionisti! E' un'idea così inaudita che mi sembra giusto riproporla.
Avremmo cioè nuovi filatelisti e nuovi standard qualitativi (francobolli di qualità web).
Secondo me queste forme di socializzazione virtuale (il "collezionismo elettronico", il commercio elettronico, il circolo filatelico elettronico come questo stesso Forum), se da un lato dimostrano straordinarie potenzialità, dall'altro suscitano profonda malinconia per il loro carattere spiccatamente anaffettivo.
Tuttavia, è questa la religione del mio tempo, è bisogna convertirsi o morire.
ça va sans dire, che senz'altro preferisco il vecchio servizio data certa, con fragorosa apposizione del guller sul francobollo, al nuovo servizio data certa digitale di Poste italiane.

pcdigit
Colleziono Italia Repubblica nuovi e Jugoslavia Repubblica nuovi.

L'unico modo di migliorare il mondo è migliorare se stessi. (L. Wittgenstein)

    Avatar utente
    Funes
    Collezionista spigliato
    Collezionista spigliato
     
    Messaggi: 370
    Iscritto il: dom apr 17, 2011 8:03 pm
    Ha votato: 0 volta
    E' stato votato: 2 volte

    Re: Caro e vecchio guller

    Messaggioda DottorDino » gio ott 09, 2014 10:19 pm

    Se l'ha detto a.c. deve per forza essere vero tutto il contrario

    ciao

    DottorDino
    Collezionista avanzato
    Collezionista avanzato
     
    Messaggi: 730
    Iscritto il: lun gen 06, 2014 1:38 pm
    Ha votato: 11 volte
    E' stato votato: 21 volte

    Re: Caro e vecchio guller

    Messaggioda AntonioNurra » ven ott 10, 2014 9:03 am

    ridere_di_gusto ridere_di_gusto ridere_di_gusto ...di questo passo finiremo per citare i ragionamenti del salumaio all'angolo della strada!!! ridere_di_gusto ridere_di_gusto ridere_di_gusto Per carità: ottima mortadella e prosciutto di prima qualità... ma che "ci azzeccano" con la filatelia? ridere_di_gusto ridere_di_gusto ridere_di_gusto

    Avatar utente
    AntonioNurra
    Collezionista Guru
    Collezionista Guru
     
    Messaggi: 2148
    Iscritto il: ven nov 27, 2009 1:58 pm
    Località: Cellamare (BA)
    Ha votato: 35 volte
    E' stato votato: 19 volte

    Re: Caro e vecchio guller

    Messaggioda gianluca74 » ven ott 10, 2014 12:17 pm

    AntonioNurra ha scritto:B) nostalgia per il bel tempo che fu del guller


    Sono d'accordo su questo punto B.....

    Funes ha scritto:ça va sans dire, che senz'altro preferisco il vecchio servizio data certa, con fragorosa apposizione del guller sul francobollo, al nuovo servizio data certa digitale di Poste italiane.


    Sul fatto della data certa se ne è discusso molto e credo che si potrebbe discutere ancora per tanto......sarà che i nuovi timbri e mi riferisco in particolare a quelli filatelici, lasceranno si l'impronta più nitida (sempre quanto l'addetto al servizio non faccia inceppare la piastrina dell'annullo mentre la deve inserire all'interno del vano timbro.....anche questo mi è capitato diverse volte allo sportello.... :mrgreen: ), per me non hanno diciamo quel piacere o quel "fascino" che avevano i precedenti e penso che ci siamo capiti :!: ciao
    Gianluca Nocella
    Colleziono Italia Repubblica nuova; ordinari castelli d'Italia, annulli provincia di Cosenza; tematica religiosa nuovi sui Santi.
    Id Skype: gianpa1974

    Avatar utente
    gianluca74
    Collezionista Guru
    Collezionista Guru
     
    Messaggi: 2181
    Iscritto il: dom feb 04, 2007 5:22 pm
    Località: 87027 - Paola (Cs)
    Ha votato: 5 volte
    E' stato votato: 14 volte

    Re: Caro e vecchio guller

    Messaggioda CARLO CERVINI » ven ott 10, 2014 12:50 pm

    Anch'io sono un appassionato degli annulli in particolare dal 1900 al 1960..........mi chiedo solo perchè voler seguire tutte queste novità moderne che sembrano fatte a posta per far morire il gusto di collezionare; tanto per dire è in uscita in questi giorni l'emissione della nuova serie dei vini 2014, tra questi c'è il "mitico" Recioto di Soave (VR), ebbene da Agosto è la quinta volta che spostano la data d'emissione e la conseguente fiera celebrativa con annullo dedicato a mano, forse uscirà in Novembre in contemporanea con Veronafil (21 - 22 - 23/11), l'anno scorso con l'Amarone e il Bardolino è stato addirittura peggio, date posticipate e fiere per pochi intimi; pochissimi foglietti e cartoline venduti e una perdita secca per le PT di centinaia di migliaia di euro d'incasso.

    Mandateli a quel Paese, finite di ingrassare dei "cialtroni" e collezionate solo dal 1960 a risalire, ce n'è da perdere la testa e per tutti i portafogli. furioso_come_un_cavernicolo furioso_come_un_cavernicolo furioso_come_un_cavernicolo

    Un abbraccio
    Cervohold ciao ciao ciao

    Avatar utente
    CARLO CERVINI
    Collezionista Guru
    Collezionista Guru
     
    Messaggi: 2873
    Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
    Ha votato: 0 volta
    E' stato votato: 52 volte


    Torna a Marcofilia

    Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

    cron