Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

Congresso Filatelico Trieste 1922

Tutte le emissioni del Regno d'Italia, dalla proclamazione (1861) alla fine della II Guerra Mondiale (1944). IL periodo luogotenenziale e del Regno del Sud è trattato a parte.

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda AntonioNurra » ven gen 17, 2014 11:39 am

tonyno1313 ha scritto:Potresti, caro Antonio, riproporre l'immagine?
Gentilissimo Tonyno, vorrei tanto poterlo fare ma non sono più in possesso di quella serie e non riesco più a trovare l'immagine nel mio archivio. Mi dispiace non poter essere utile, ma ricordo che la stessa immagine era stata usata in un altro post che ora non vedo. Senza dubbio se dovessi venirne a capo riproporrò l'immagine ma spero che sia in tempo per potertene servire. ciao ciao

Avatar utente
AntonioNurra
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven nov 27, 2009 1:58 pm
Località: Cellamare (BA)
Ha votato: 35 volte
E' stato votato: 19 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda tonyno1313 » ven gen 17, 2014 12:48 pm

Ti ringrazio Antonio.
Posto l'immagine della serie che mi è stata proposta e che vorrei acquistare (serie nuova con gomma integra, non linguellata).
E' ovvio che in base alla centratura il valore di questa serie cambia moltissimo, da meno di 3.000 euro fino a 12.000. Secondo il tuo parere è giusto partire da una valutazione di 12.000 euro per questa serie (il prezzo proposto è comunque molto conveniente) visto che la centratura è molto buona e viene riportato anche sul certificato ("Serie ben centrata" - Raybaudi Oro del gennaio 2011)?

Immagine

Grazie. A presto.
Antonino Barbaro
I miei oggetti in vendita su EBAY

tonyno1313
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 208
Iscritto il: ven nov 16, 2012 9:55 am
Località: Roma
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 4 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda AntonioNurra » sab gen 18, 2014 7:14 pm

Gentilissimo Tonyno, personalmente ritengo opportuno di non esprimermi sul prezzo senza aver visto dal vivo la serie fronte e retro. Non devi prendertela ma è un principio a cui non intendo rinunciare e non c'è nulla di personale, ma consentimi di spiegare i motivi. In questo caso, per esempio, vedo sul monitor una serie con colori molto sbiaditi, ma è ovvio che non può essere così nella realtà e molto probabilmente è il frutto della bassa risoluzione dell'immagine. Nulla di male ma è chiaro che non posso in alcun modo giudicare lo stato di conservazione della stampa. Secondo punto ma non meno importante: non vedo il retro. Dunque non ho la possibilità di esaminarlo a luce radente per individuare eventuali tracce di linguella e non posso saggiare la consistenza dei dentelli per comprendere se siamo di fronte ad un caso di rigommatura. Terzo punto: per via degli ingrandimenti di passaggio da un supporto informatico all'altro non ho modi di misurare sia la dentellatura che le dimensioni della soprastampa. Dunque cosa posso effettivamente affermare? Ebbene si: per la serie effettivamente la centratura non è malvagia ma posso anche dire che ho visto di meglio in serie giudicate perfette dallo stesso Raybaudi. Un grosso punto a favore è proprio la dotazione di certificato che la accompagna ma anche in questo caso andrei con i piedi di piombo e prima di ogni decisione telefonerei presso lo studio Raybaudi per farmi confermare il rilascio del certificato. Ogni perito tiene un archivio dei certificati rilasciati e solitamente ha piacere di collaborare in questo senso perchè è un modo di garantire la propria professionalità. Seguendo questo link http://www.noicollezionisti.it/4124-trieste-congresso-filatelico potrai vedere un serie diciamo così "normale" ma anche un confronto partendo da una centratura meno accurata può essere utile. ciao ciao

Avatar utente
AntonioNurra
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven nov 27, 2009 1:58 pm
Località: Cellamare (BA)
Ha votato: 35 volte
E' stato votato: 19 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda tonyno1313 » sab gen 18, 2014 8:25 pm

Ti ringrazio infinitamente per i tuoi consigli. Lunedì telefonerò allo studio Raybaudi per una verifica.
In ogni caso allego delle nuove immagini fronte retro a maggiore risoluzione.
Immagine

Immagine

Grazie ancora. A presto.
Antonino Barbaro
I miei oggetti in vendita su EBAY

tonyno1313
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 208
Iscritto il: ven nov 16, 2012 9:55 am
Località: Roma
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 4 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda TINOS » sab gen 18, 2014 11:16 pm

Ma 12000 euri è il valore di catalogo di questa serie? se si quale catalogo?... ciao ciao
Colleziono Italia Repubblica Nuovi, S. Marino Nuovi, Vaticano Nuovi
Italia Regno, Italia Repubblica Usati, storia postale, colonie in generale,
Occupazioni, Somalia AFIS, Somalia Italiana, Somalia Indipendente

Avatar utente
TINOS
Maestro collezionista
Maestro collezionista
 
Messaggi: 1656
Iscritto il: mer set 28, 2011 10:31 pm
Località: Torino
Ha votato: 4 volte
E' stato votato: 45 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda tonyno1313 » sab gen 18, 2014 11:48 pm

Il valore della serie IX Congresso di Trieste del 1922 dipende molto dalla centratura. Se guardi bene il Sassone, per moltissime serie del Regno, vengono indicati valori diversi in base alla centratura dei francobolli. Per questa serie, facendo riferimento al Sassone 2013 si parla, per serie nuove non linguellate, di 2.750 euro per mediocre centratura, di 4.000 euro per centratura discreta e di 12.000 euro per ottima centratura.
Proprio per questo in molte aste o cataloghi di importanti commercianti di filatelia, in base alla centratura, viene riportato il diverso valore di catalogo:

Immagine

Immagine

Saluti. A presto.
Antonino Barbaro
I miei oggetti in vendita su EBAY

tonyno1313
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 208
Iscritto il: ven nov 16, 2012 9:55 am
Località: Roma
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 4 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda DottorDino » dom gen 19, 2014 1:04 pm

tonyno1313 ha scritto:Ti ringrazio Antonio.
Posto l'immagine della serie che mi è stata proposta e che vorrei acquistare (serie nuova con gomma integra, non linguellata).
E' ovvio che in base alla centratura il valore di questa serie cambia moltissimo, da meno di 3.000 euro fino a 12.000. Secondo il tuo parere è giusto partire da una valutazione di 12.000 euro per questa serie (il prezzo proposto è comunque molto conveniente) visto che la centratura è molto buona e viene riportato anche sul certificato ("Serie ben centrata" - Raybaudi Oro del gennaio 2011)?

Immagine

Grazie. A presto.


Non capisco mai in un forum quando una persona scrive un commento "chiuso" tipo: secondo il tuo parere - se vuoi sapere solo il suo parere è meglio andare una mail privata, se hai scelto di scrivere sul forum tutti devono avere la possibilità di risponderti e scrivendo così non invogli a farlo

ciao

DottorDino
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 768
Iscritto il: lun gen 06, 2014 1:38 pm
Ha votato: 11 volte
E' stato votato: 22 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda DottorDino » dom gen 19, 2014 1:22 pm

CARLO CERVINI ha scritto:Infatti se osservi si vedono le n. 2 O di congresso leggermente più basse della linea degli altri caratteri della parola congresso, mentre nella parola filatelico la O è in linea, ma la C scende di almeno 2/3 decimi di mm.;
Cervohold ciao ciao ciao


Scusatemi, non vorrei sbagliarmi, ma la caratteristica della O finale di Congresso non è proprio quella di essere più grossa della altre lettere e di essere leggermente più in basso ? Perché il discorso scritto così sembra voglia dire che con la soprastampa tipografica le lettere potevano essere più alte o più basse un po' a caso e che questa in foto ce l'ha più in basso (sottointeso che potrebbe avercela avuta un pò più in alto) mentre questa è la caratteristica principale da far conoscere ai poco esperti riguardo alla soprastampa! Se la soprastampa non ha la O più grande che inizia più in basso è sicuramente falsa !

ciao

DottorDino
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 768
Iscritto il: lun gen 06, 2014 1:38 pm
Ha votato: 11 volte
E' stato votato: 22 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda TINOS » dom gen 19, 2014 2:10 pm

Grazie della risposta se ti interessa l'unificato da delle quotazione diverse per la serie in oggetto

2400 euro per la serie nuova senza TL con centratura normale

7500 euri ben centrata .... segnala inoltre che la serie è spesso mal centrata in particolare il 40c.


ciao ciao ciao
Colleziono Italia Repubblica Nuovi, S. Marino Nuovi, Vaticano Nuovi
Italia Regno, Italia Repubblica Usati, storia postale, colonie in generale,
Occupazioni, Somalia AFIS, Somalia Italiana, Somalia Indipendente

Avatar utente
TINOS
Maestro collezionista
Maestro collezionista
 
Messaggi: 1656
Iscritto il: mer set 28, 2011 10:31 pm
Località: Torino
Ha votato: 4 volte
E' stato votato: 45 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda tonyno1313 » dom gen 19, 2014 3:05 pm

Grazie della risposta se ti interessa l'unificato da delle quotazione diverse per la serie in oggetto

2400 euro per la serie nuova senza TL con centratura normale

7500 euri ben centrata .... segnala inoltre che la serie è spesso mal centrata in particolare il 40c.


Ti ringrazio per l'indicazione Tinos, ma sai meglio di me che in campo filatelico sia in Italia che nelle aste internazionali il valore di catalogo che viene preso come riferimento è quello del Sassone.

tonyno1313 ha scritto:
Ti ringrazio Antonio.
Posto l'immagine della serie che mi è stata proposta e che vorrei acquistare (serie nuova con gomma integra, non linguellata).
E' ovvio che in base alla centratura il valore di questa serie cambia moltissimo, da meno di 3.000 euro fino a 12.000. Secondo il tuo parere è giusto partire da una valutazione di 12.000 euro per questa serie (il prezzo proposto è comunque molto conveniente) visto che la centratura è molto buona e viene riportato anche sul certificato ("Serie ben centrata" - Raybaudi Oro del gennaio 2011)?

Immagine

Grazie. A presto.


Non capisco mai in un forum quando una persona scrive un commento "chiuso" tipo: secondo il tuo parere - se vuoi sapere solo il suo parere è meglio andare una mail privata, se hai scelto di scrivere sul forum tutti devono avere la possibilità di risponderti e scrivendo così non invogli a farlo


Riguardo al tuo commento, Dino, mi scuso di aver formulato la richiesta in modo che sembri indirizzata soltanto nei confronti di Antonio. E' ovvio che in un Forum chiunque può esprimere il proprio parere, che è sempre ben accetto. Ma se leggi la mia prima richiesta, il parere è rivolto soprattutto ad Antonio (ma non solo a lui, infatti chiedo il suo parere ma non il suo parere esclusivo) per due motivi: il primo è perchè ha postato in passato l'immagine di una serie ben centrata di cui chiedevo la possibilità di poter rivedere; il secondo motivo è perchè, avendo scritto un interessante articolo su "Noi collezionisti" proprio su questa serie, ritengo che sia un buon esperto a cui chiedere direttamente un parere.
Non ti nascondo che quando ho bisogno di chiarimenti su francobolli di Trieste A, mi rivolgo direttamente a Carlo Cervini, che ritengo uno dei massimi esperti in questo settore, senza che questo debba però offendere la sensibilità di nessuno, che è sempre libero ed anzi invitato ad esprimere il proprio parere su qualsiasi argomento. Non credo che in tutto ciò ci sia niente di male. E' ovvio che se io sapessi che tu hai un interesse in un settore particolare, con una grossa competenza, magari potrei chiedere anche a te direttamente un giudizio, ma questo non vuol dire che altri non possano intervenire.
Da collezionista inesperto, mi interessano soprattutto i giudizi dei Saggi, che possono essere utili anche ad altri Forumisti.
Rinnovo comunque le mie scuse, se la forma utilizzata può essere sembrata inappropriata.
Saluti. A presto.
Antonino Barbaro
I miei oggetti in vendita su EBAY

tonyno1313
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 208
Iscritto il: ven nov 16, 2012 9:55 am
Località: Roma
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 4 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda ignotus » dom gen 19, 2014 10:15 pm

A questo punto mi viene da chiedere una precisazione. possibile che nessuno dei "soloni" (in molti casi tali nel termine romano della parola!) non abbiano stabilito con certezza se la sovrastampa è stata effettuata con cento composizioni di caratteri mobili (con tutte le varianti possibili e immaginabili) o con una tavola composta da 100 stereotipi più o meno tutti uguali e tutti con l'ultima O di congresso spostata in basso...Fogli interi non ne esistono più visto che l'unica serie in fogli completi di un circolo filatelico triestino fu a suo tempo "sbranata" in esemplari singoli e quartine perchè la colla pestifera faceva in modo che i francobolli si separassero per effetto dei cambi di temperatura. Nel famigrato stock ministeriale che dicono bruciato (io non ci credo stante la disponibilità di molti francobolli anche rari nelle aste) il lotto n. 12 era composto da: 973 esemlari del 10c., 1073 del 15c. , 190 del 25c. e solo 6 del 40c. Lotto mai offerto e ti credo...pagare una cifra eccessiva per solo sei serie allora quotate (1965) 140.000 lire l'una. Possibile che non ci sia in giro un foglio intero magari del valore più comune (perchè no al Museo Postale) per "plattare la sovrastampa in modo da stabilire con certezza se un francobollo è buono o tristo?
Misteri della fede filatelica!

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 6078
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 74 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda Pitigrilli » mar feb 06, 2018 4:22 pm

https://www.philasearch.com/en/i_9255_4 ... 9&row_nr=8

Finalmente un certificato peritale, chiaro, preciso e in lingua italiana!

E, soprattutto, che non teme di usare termini dispregiativi come "mediocre".

Credo sia un fatto unico nella storia mondiale della classe peritale, dove, da sempre, pur non di non dir male del pezzo sottoposto a perizia, si ricorre impunemente a circonlocuzioni, iperboli, vocaboli fumosi e espressioni vaghe e sfuggenti, in uno stile "dico-non-dico-ognuno-capisca-quel-che-vuole", che dà veramente al c****.

Finalmente un perito che, quando vede una vanga, la chiama vanga. -^
Collezionare è solo un gioco

Avatar utente
Pitigrilli
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 506
Iscritto il: lun gen 16, 2017 10:07 am
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 35 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda TINOS » gio feb 08, 2018 5:36 pm

Pitigrilli ha scritto:https://www.philasearch.com/en/i_9255_44905/3415_Italia/9255-A7-1377.html?breadcrumbId=1517925268.3299&row_nr=8

Finalmente un certificato peritale, chiaro, preciso e in lingua italiana!

E, soprattutto, che non teme di usare termini dispregiativi come "mediocre".

Credo sia un fatto unico nella storia mondiale della classe peritale, dove, da sempre, pur non di non dir male del pezzo sottoposto a perizia, si ricorre impunemente a circonlocuzioni, iperboli, vocaboli fumosi e espressioni vaghe e sfuggenti, in uno stile "dico-non-dico-ognuno-capisca-quel-che-vuole", che dà veramente al c****.

Finalmente un perito che, quando vede una vanga, la chiama vanga. -^

Be non ci vedo nulla di poi cosi speciale, essendo una serie dove la centratura influenza in modo pesante la valutazione della serie di francobolli, mi pare ovvio che in una perizia seria si dovrà sottolineare il grado di centratura di appartenenza dei francobolli oltre che a tutte le altre caratteristiche che ne determinano l'originalità. ciao ciao ciao
Colleziono Italia Repubblica Nuovi, S. Marino Nuovi, Vaticano Nuovi
Italia Regno, Italia Repubblica Usati, storia postale, colonie in generale,
Occupazioni, Somalia AFIS, Somalia Italiana, Somalia Indipendente

Avatar utente
TINOS
Maestro collezionista
Maestro collezionista
 
Messaggi: 1656
Iscritto il: mer set 28, 2011 10:31 pm
Località: Torino
Ha votato: 4 volte
E' stato votato: 45 volte

Re: Congresso Filatelico Trieste 1922

Messaggioda Pitigrilli » gio feb 08, 2018 5:50 pm

TINOS ha scritto:essendo una serie dove la centratura influenza in modo pesante la valutazione della serie di francobolli, mi pare ovvio che in una perizia seria si dovrà sottolineare il grado di centratura


Hai perfettamente ragione, ma la parolina magica è quella che ho evidenziato in rosso.

La mia osservazione, infatti, era un modo velato e indiretto per dire quante perizie (poco) serie ci siano in giro.

Mettiamola così: avendo tempo e voglia, si potrebbe provare a cercare una serie simile, ma certificata da qualcun altro: vogliamo scommettere che quell'onesto "mediocre" diventa quanto meno "buono"?

In fondo, l'impresa eccezionale è ... essere normale!

ciao

Piti.
Collezionare è solo un gioco

Avatar utente
Pitigrilli
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 506
Iscritto il: lun gen 16, 2017 10:07 am
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 35 volte

Misurazioni su francobolli

Messaggioda piersant » ven feb 16, 2018 9:47 am

Prendo spunto da questo post per provare ad introdurre un argomento generale che dovrebbe interessare molti collezionisti: misurare distanze fra due punti di un francobollo.
Una esatta determinazione della distanza fra due “valli” di due dentelli serve per conoscere la misura della dentellatura o, come nel caso del post da cui prendo spunto, si devono misurare le dimensioni delle lettere di una sovrastampa o lo spazio fra una e l’altra. Tantissimi sono i casi in cui si deve effettuare un’accurata misurazione di un tratto di francobollo.
Sempre bisogna misurare in millimetri con almeno una cifra decimale o meglio due e la misurazione deve essere oggettiva, non dare un risultato dipendente “dall’occhio” di chi la effettua. In molti casi leggo di utilizzare un Righello di precisione….. ma di cosa si tratta? Probabilmente un semplice righello con al massimo divisione al mezzo millimetro : io ho provato, la misura è molto approssimativa alla prima cifra decimale ed è molto aleatoria. Bisognerebbe forse prendere uno strumento come un calibro con la seconda scala al decimo di millimetro…. ma non mi sembra proprio un qualcosa attinente alla filatelia.
Io, e forse anche molti di voi, ho trovato questo metodo.
Per prima cosa scannerizzo il francobollo su sfondo nero. Fondamentale in questo momento è sapere la Risoluzione dello Scanner, io utilizzo i 600 dpi ma ognuno può fare come vuole. I dpi sono i punti per pollice, ovvero i pixel per pollice. Salvo poi l’immagine ( in Jpg) e taglio il contorno e la raddrizzo utilizzando Raccolta Foto di Windows Live. Passo poi l’immagine su un programma per foto (scaricato gratuitamente e senza problemi) Photo Studio 6.
Questo programma ha un puntatore ( muovendo la freccia del mouse ) che legge le coordinate del punto evidenziato, coordinate espresse come X in orizzontale e Y in verticale e misurate in pixel. Facendo la differenza di x fra due punti si legge il numero di pixel che ci sono fra quei due punti in orizzontale ed altrettanto in verticale utilizzando la coordinata y.
Si può ingrandire l’immagine come si vuole perché anche il pixel aumenta , la misura non varia. Si misura poi con uno strumento che ha 23,62 punti per millimetro ( 600/25,4) pertanto precisissimo.
Per portare la misura in mm basta dividere i pixel trovati per 600 ( o la vostra risoluzione) e moltiplicare per 25,4 misura del pollice in mm.
Forse scopro “l’acqua calda” ma non ho trovato traccia di altri metodi del genere nel forum.
Attendo vostri commenti e critiche,

piersant
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 110
Iscritto il: mar dic 16, 2014 10:03 pm
Ha votato: 1 volta
E' stato votato: 0 volta

PrecedenteProssimo

Torna a Regno d'Italia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti