Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

La raccolta di Marco de Marchi digitalizzata per tutti

Tutto ciò che riguarda la filatelia degli antichi stati italiani (ASI)

Re: La raccolta di Marco de Marchi digitalizzata per tutti

Messaggioda Pitigrilli » gio mar 02, 2017 8:23 am

Per sapere se il cocomero è buono, non serve mangiarlo tutto: ne basta un cubetto.
Com'è è fatta una collezione di Sicilia o di Napoli, lo si capisce già dalla pagina del 1/2 grano.
Nella Toscana, dopo aver osservato la pagina del quattrino, sai già cosa troverai in termini di soldi e crazie.
Qua non si vede niente addirittura dopo 10 pagine, cioè ben 9 in più rispetto al normale.
A questo punto le altre 2990 ce le risparmiamo, senz'altro.
Ma, d'altra parte, se veramente ci sono 3000 pagine, allora va da sé che sono troppe, davvero troppe,
per poter ragionevolmente sperare di vedere qualcosa di interessante.

ciao
Collezionare è solo un gioco

Avatar utente
Pitigrilli
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 506
Iscritto il: lun gen 16, 2017 10:07 am
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 35 volte

Re: La raccolta di Marco de Marchi digitalizzata per tutti

Messaggioda Pitigrilli » gio mar 02, 2017 8:28 am

Guardatevi questo spettacolo, piuttosto ...

http://www.issp.po.it/inventario/dbcoll ... Sign=Cerca

La risoluzione delle immagini forse non è delle migliori, ma ... quello che si deve capire, si capisce ....

ciao
Collezionare è solo un gioco

Avatar utente
Pitigrilli
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 506
Iscritto il: lun gen 16, 2017 10:07 am
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 35 volte

Re: La raccolta di Marco de Marchi digitalizzata per tutti

Messaggioda frabru2 » gio mar 02, 2017 4:36 pm

Bellissima collezione , ho avuto modo di ammirare questo collezionista in una esposizione filatelica tenuta a Taranto nel 2006/2007 (non ricordo bene), insieme a Francesco De Carlo. Si trattava di una esposizione sulle emissioni delle province napoletane , semplicemente spettacolare , sono stato lì almeno 1 ora a guardarmi tutti i fogli.
Veramente delle collezini notevoli.
saluti
ciao ciao ciao ciao ciao
Colleziono Italia Regno e Repubblica .
I francobolli della mia collezione in vendita su http://www.passaparolach.com/shop.php?name=Collezionando+Francobolli+e+altro&user_id=100004

Avatar utente
frabru2
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 4052
Iscritto il: lun lug 04, 2005 3:18 pm
Località: Cosenza
Ha votato: 36 volte
E' stato votato: 20 volte

Re: La raccolta di Marco de Marchi digitalizzata per tutti

Messaggioda jlb » sab mar 04, 2017 6:50 pm

ciao
Ho avuto modo solo oggi di sfogliare la collezione De Marchi.
Ho trovato il tutto splendido ed emozionante.
ciao

jlb
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 28
Iscritto il: sab ago 14, 2010 7:34 am
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: La raccolta di Marco de Marchi digitalizzata per tutti

Messaggioda ignotus » sab mar 04, 2017 10:18 pm

Se debbo essere sincero non è il massimo della qualità sia con i criteri attuali che con quelli del passato. Prendiamola come è: un documento forse unico di come collezionavano anche i "bacani" (= in veneto gente piena di soldini) a cavallo tra l'ottocento ed il novecento. Raccolta sacheggiata al massimo (dai "Predatori della rarità perduta con i soldi ma cottenuta con cinque minuti di paura") ma unica come documentazione che che ne dicano i detrattori. 15c. Lombardo Veneto = superspecializzazione per superspecializzati...chi se ne frega. 3 lire di Toscana...se ne vedono tanti in giro ma...con margini tutti e quattro bianchi e non assotigliato per guardare il monte Pasubio da casa mia non ne vedi tanti in giro! Prima di criticare ...guardiamo il buono della raccolta.
Chi parla male di questa raccolta mi sembra simile alla volpe, della favola del favolista latino Fedro, che non potendo raggiungere l'uva l'uva troppo alta si limita a dire: "Tanto non è matura!"
Marco de Marchi forse era troppo occupato in altre attività redditizie e dedicava alla filatelia i ritagli di tempo e poi... guardiamo la sua biografia:

https://www.milanofree.it/milano/person ... lista.html

in 64 anni di vita ha fatto anche troppo! Recitiamo perciò una preghiera per l'anima sua dovunque sia...all'inferno credo proprio di no!

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 6078
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 74 volte

Re: La raccolta di Marco de Marchi digitalizzata per tutti

Messaggioda Pitigrilli » dom mar 05, 2017 10:21 am

Questa collezione mi sembra ne' più ne' meno che la favola dei vestiti nuovi dell'imperatore: tutti a magnificare l'abbigliamento di un re... nudo!
Per parte mia osservo che nel 1981 (!) Enzo Diena scriveva che "la famosa collezione De Marchi sta marcendo nei magazzini di una galleria comunale".
E se era già marcia nel 1981....
Collezionare è solo un gioco

Avatar utente
Pitigrilli
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 506
Iscritto il: lun gen 16, 2017 10:07 am
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 35 volte

Re: La raccolta di Marco de Marchi digitalizzata per tutti

Messaggioda Oz81 » mer mar 08, 2017 8:47 am

davvero spettacolare la collezione di francobolli partenopei, wow :!:

Avatar utente
Oz81
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 17
Iscritto il: gio feb 23, 2017 10:42 pm
Ha votato: 13 volte
E' stato votato: 1 volta

Re: La raccolta di Marco de Marchi digitalizzata per tutti

Messaggioda ignotus » ven mar 10, 2017 10:38 pm

La raccolta è quella di Marco de Marchi e come tale va conservata nel bene e nel male! I pezzi di valore vanno conservati al meglio dopo anni di abbandono e pure "i cadaveri" che fanno parte della raccolta a tutti gli effetti! Più che per il valore filatelico e venale (in ogni caso notevole) va conservata per le generazioni future come documento storico! Se ci sono staiti "predatori della rarità perduta" che si sono servitio poco male...quanto è restato va conservaro nel bene e nel male! Valore venale della raccolta fin che sta nei musei milanesi: zero! Stesso valore attribuibile alla Primavera del Botticelli o al Tondo Doni di Michelangelo delle Gallerie degli Uffizi!

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 6078
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 74 volte

Precedente

Torna a Antichi Stati Italiani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite