Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

Privacy

Tutto ciò che riguarda la filatelia degli antichi stati italiani (ASI)

Privacy

Messaggioda DottorDino » dom feb 28, 2016 11:54 am

Carico una foto
(mi è andata bene, il sito "estero" per caricare questa foto ci ha messo solo 97 minuti.....)
di una lettera del 1865
è presa a caso da ebay .....
il venditore ha avuto la premura di oscurare il nome del destinatario ....
mi sembra veramente una cosa ridicola
1) perché a seconda di chi sia il destinatario il valore della lettera potrebbe aumentare in maniera esponenziale
2) perché si suppone che il destinatario sia morto, e non solo il destinatario ma anche i figli del destinatario, e anche se i nipoti fossero ancora vivi dubito che starebbero a gironzolare su internet e a leggere tutti i nomi di tutte le persone che hanno ricevuto una busta nel 1865 e che si trovano su ebay .....

per cui ??
Ci sarà mica una qualche legge imbecille che proibisce di far vedere nome e indirizzo ??

Attendo pareri

ciao

Immagine

DottorDino
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 724
Iscritto il: lun gen 06, 2014 1:38 pm
Ha votato: 11 volte
E' stato votato: 21 volte

Re: Privacy

Messaggioda eric » dom feb 28, 2016 2:18 pm

Incontro sempre più indirizzi oscurati. Mio nipote, cercando qualcosa per la sua raccolta, su D*, mi disse: "no questa lettera non la voglio, l'indirizzo non si può leggere". Gli ho spiegato che.... ed abbiamo acquistato la lettera che è arrivata con l'indirizzo leggibile. Ho già visto collezioni esposte, dove le lettere avevano indirizzi mascherati.
Ultima modifica di eric il ven gen 06, 2017 12:47 pm, modificato 1 volta in totale.

eric
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 581
Iscritto il: sab mag 29, 2010 6:42 pm
Ha votato: 6 volte
E' stato votato: 31 volte

Re: Privacy

Messaggioda biagio » dom feb 28, 2016 5:50 pm

In Italia, mi pare, diritti d'autore e di proprietà possono essere pretesi su qualunque documento, da ente pubblico, dagli interessati e dagli eventuali eredi non oltre i settanta anni precedenti. Quindi se un documento risale a più di settanta anni fa, nessuno può pretendere nulla.
Naturalmente se si dimostra che a suo tempo il bene era stato ceduto dal proprietario, nulla può essere preteso anche se sono trascorsi meno di settanta anni.

L'uso di oscurare il destinatario ed il mittente è dovuto al timore di incorrere in sanzioni per violazioni sulla privacy. Se il documento è stato redatto più di settanta anni prima, non si viola nemmeno questa norma.
Un francobollo in meno ma un sorriso in più......
http://www.centroaiutietiopia.it
http://www.ikondahospital.org

Avatar utente
biagio
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 192
Iscritto il: lun giu 27, 2005 3:18 pm
Località: 07/04/1975 Monvalle (VA) Lago Maggiore
Ha votato: 44 volte
E' stato votato: 6 volte

Re: Privacy

Messaggioda aleph » mar gen 03, 2017 5:47 pm

ciao ciao ciao ciao ciao ciao ciao

Lo ho notato anche io .......................
secondo me dipende dal fatto che certe lettere non dovrebbero essere la dove sono dovrebbero ancora stare belle chiuse da qualche parte e invece qualcuno "per sbaglio" le ha fatte uscire ............ e allora si cerca di fare attenzione .........

aleph
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mer lug 13, 2016 2:29 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: Privacy

Messaggioda DottorDino » mar gen 03, 2017 6:54 pm

Bravissimo (non mi ricordavo più di aver aperto questo topic!!) anche a me hanno spiegato che molte buste visto che provenivano da archivi noti, per cui si sapeva da quale "casa privata" erano fatte uscire, al momento di "sottrarle" venivano subito tassellate per creare un frammento oppure oscurate

ciao

DottorDino
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 724
Iscritto il: lun gen 06, 2014 1:38 pm
Ha votato: 11 volte
E' stato votato: 21 volte

Re: Privacy

Messaggioda ignotus » gio gen 05, 2017 4:14 pm

E chi se ne frega! Io ho in archivio un intero epistolario di un ufficiale mobilitato durante la seconda guerra mondiale...I suoi eredi hanno svenduto (credo di aver pagato un settanta euro anni fa) un'intera scatola voluminosa piena di vari oggetti fra cui le sue lettere spedite da una posta militare, francobolli sovrastampati Zara, un libretto di ricevute di affitto che abbraccia quasi venti anni con marche da bollo di quietanza ecc. Non parliamo poi di una ventina di lettere provenienti da uno stesso archivio spedite da militari di uno stesso paese con annulli della serie 80000 della feldpost assegnati a reparti della RSI in addestramento in Germania. Io se dovessi pubblicare questa mercanzia non censurerei nulla. Un forumista che non nomino anni fa mi chiese di far avere le fotocopie delle lettere dei militari della RSI di cui parlo ma non le ho spedite perchè un paio dei mittenti erano ancora in vita.
Censurare l'indirizzo? Come mettere le mutande ai dannati del giudizio universale di Michelangelo: lavoro inutile e tempo perso

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 5991
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 73 volte

Re: Privacy

Messaggioda DottorDino » ven gen 06, 2017 11:07 am

Si ignotus ma il succo del discorso era un altro, cioè che molte delle buste che hanno l'indirizzo cancellato è perché sono state rubate da dove erano custodite e per renderle meno riconoscibili i ladri sono ricorsi a questo trucco.

ciao

DottorDino
Collezionista avanzato
Collezionista avanzato
 
Messaggi: 724
Iscritto il: lun gen 06, 2014 1:38 pm
Ha votato: 11 volte
E' stato votato: 21 volte


Torna a Antichi Stati Italiani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite