Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

Forse una questione di stile o di educazione...

Comunicazioni Importanti e notizie relative al sito

Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda ignotus » mer giu 28, 2017 11:00 pm

Qualcuno mi dirà che sono un provocatore e mi tratterà male. Oggi ho comprato alla filiale del Lidl una risma di 500 fogli di carta di buna qualità in formato A4 per 2,99 euro pari a 0,00598 euro a foglio. Lo scopo? Anche usare questi fogli per corrispondenza con gli amici scrivendoci sopra e se il testo è corto magari dividendo il foglio in due. Mi trovo spesso a ricevere, anche da persone benestanti, lettere scritte su fogli sottratti all'ufficio dove lavorano, ricavati da blocchi notes ad uso interno di una ditta, fogli in bianco al retro e con al dritto gli orari delle messe della parrocchia ecc. ecc. Visto che non siamo in un'epoca triste di guerra tipo quella di secessione degli USA dove ricavavano le buste dalla carta da parati (e sono molto apprezzate!) non vi pare che scrivere su cancelleria di questo tipo non sia quanto meno una mancanza di buon gusto? Secondo me sì perchè anche l'ìocchio vuole la sua parte e quando scrivi a qualcuno devi presentarti in modo elegante e non da "parsimonioso". Aspetto il vostro parere e non prendete questo intervento come una provocazione ma come uno fatto per risvegliare un forum dormenete.
Ultima modifica di ignotus il gio giu 29, 2017 9:00 am, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 6022
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 73 volte

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda biagio » gio giu 29, 2017 12:01 am

Ormai scrivere per corrispondenza è diventato raro e si è perso l'eleganza ed il rispetto che c'era nello scrivere. Ho ricevuto lettere dove lo scritto era addirittura su foglietti post-it e mi ha dato molto fastidio. Anche io uso fogli da risma di carta per scrivere.
Ultima modifica di biagio il gio giu 29, 2017 10:52 am, modificato 1 volta in totale.
Un francobollo in meno ma un sorriso in più......
http://www.centroaiutietiopia.it
http://www.ikondahospital.org

Avatar utente
biagio
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 192
Iscritto il: lun giu 27, 2005 3:18 pm
Località: 07/04/1975 Monvalle (VA) Lago Maggiore
Ha votato: 44 volte
E' stato votato: 6 volte

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda Hugo Stiglitz » gio giu 29, 2017 12:25 am

Avete la mia piena condivisione.
Jeder kennt Hugo Stiglitz
Le mie collezioni preferite: Liechtenstein e Falkland.
HMS Glasgow: quando nel 6D conta più di un Kent.

Avatar utente
Hugo Stiglitz
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 387
Iscritto il: lun ott 29, 2012 3:12 pm
Ha votato: 1 volta
E' stato votato: 20 volte

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda Pitigrilli » gio giu 29, 2017 7:22 am

Come dice bene Biagio, penso che molto dipenda dal fatto che ormai sono veramente in pochi a scrivere lettere (tutti scrivono mail!) perciò si è smarrito anche quel senso di eleganza, di bon ton, di cortesia, di rispetto che accompagnava questa attività
Collezionare è solo un gioco

Avatar utente
Pitigrilli
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 386
Iscritto il: lun gen 16, 2017 10:07 am
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 34 volte

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda ignotus » gio giu 29, 2017 1:34 pm

Io penso che in giro per il mondo ci siano persone che risparmiano su queste piccole cose e poi i soldi risparmiati li dissipino in altre forme...seguaci di Epicuro evidentemente. Un'amica di famiglia fa la "parsimoniosa" e le sue figlie quando erano bambine invidiavano i miei figli perchè il nostro carrello della spesa era pieno e dentro c'erano pure beni voluttuari. Mangia poco e niente e si lesina qualche capricetto alimentare ma...spendere venti o più euro per l'ingresso ad una mostra d'arte tipo quella di Paolo veronese a Verona o per un concerto non ci pensa un minuto. Conosco alcuni filatelisti valdissimi che mi scrivono su "carta da formaggio" ma spendono poi centinaia e anche migliaia di euro per materiale filatelico qualche volta di dubbio valore. In questo caso dico che una cancelleria decorosa serve a influenzare in bene il prossimo con cui sei in contato.

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 6022
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 73 volte

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda Hugo Stiglitz » gio giu 29, 2017 6:47 pm

Pitigrilli ha scritto:Come dice bene Biagio, penso che molto dipenda dal fatto che ormai sono veramente in pochi a scrivere lettere (tutti scrivono mail!) perciò si è smarrito anche quel senso di eleganza, di bon ton, di cortesia, di rispetto che accompagnava questa attività

Certamente si sono smarrite eleganza, cortesia, educazione e tutto ciò che contraddistingueva una persona a modo da un burino o buzzurro.
Altrimenti non si spiegherebbero persone, per lo più maschi (volutamente non ho usato il termine uomini) che si trascinano nel weekend per le pubbliche vie e frequentano locali per tutti (dove quindi presenziano famiglie e persone educate) con vestiti luridi da far pena ad un contadino a fine giornata, maleodoranti più di uno stalliere smontato da un cavallo, con i capelli più unti del motorista di un sommergibile.
Non si è persa l'abitudine a scrivere lettere, oltre a quanto positivo di cui sopra si è perso il rispetto per se stessi e per il prossimo.
Cordiali saluti.
Jeder kennt Hugo Stiglitz
Le mie collezioni preferite: Liechtenstein e Falkland.
HMS Glasgow: quando nel 6D conta più di un Kent.

Avatar utente
Hugo Stiglitz
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 387
Iscritto il: lun ott 29, 2012 3:12 pm
Ha votato: 1 volta
E' stato votato: 20 volte

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda ignotus » gio feb 01, 2018 6:59 pm

Riprendo questo post per vivacizzare il forum. La parsimonia di certe persone continua alla grande. Io i fogli ricavati da stralcio d'archivio li riciclo sì ma per confezionarli in blocchi incollado i fogli con colla vinilica per darli ai miei nipoti per disegnare senza sprecare carta buona. L'uso di questie "carte da formaggio" nella corrispondenza sono il massimo della maleducazione nei miei confronti!
Ultima modifica di ignotus il mer feb 07, 2018 11:00 am, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 6022
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 73 volte

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda ignotus » gio feb 01, 2018 8:49 pm

Aggiungo poi che vi è gente che non scrive su questo forum perchè (pur stando bene "in carta") non vuole pagarsi il servizio internet "per parsimonia"! Dieci euro al mese in più di tasca sua se li spende lo fanno finire in miseria nera! Se scrivo questo lo so per certo e ve ne è più di uno!

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 6022
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 73 volte

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda TINOS » ven feb 02, 2018 6:50 pm

ignotus ha scritto:Aggiungo poi che vi è gente che non scrive su questo forum perchè (pur stando bene "in carta") non vuole pagarsi il servizio internet "per parsimonia"! Dieci euro al mese in più di tasca sua se li spende lo fanno finire in miseria nera! Se scrivo questo lo so per certo e ve ne è più di uno!


Ormai di internet non se ne può più fare a meno, serve per tutto, per fare operazioni bancarie, pagare le tasse con l'F24, cercare notizie , conoscere e parlottare con persone geograficamente distanti come stare in un circolo o al bar, se si usa in modo corretto è diventato quasi indispensabile, io nonostante non credo di essere annoverato tra quelli che stanno troppo bene in carta ma cerco di stare dignitosamente a galla appena c'è stata la possibilità ho preso internet fibra sostituendo quella a doppino telefonico, d'altronde anche noi vecchietti dobbiamo cercare di stare a passo con i tempi. ciao ciao ciao
Colleziono Italia Repubblica Nuovi, S. Marino Nuovi, Vaticano Nuovi
Italia Regno, Italia Repubblica Usati, storia postale, colonie in generale,
Occupazioni, Somalia AFIS, Somalia Italiana, Somalia Indipendente

Avatar utente
TINOS
Maestro collezionista
Maestro collezionista
 
Messaggi: 1626
Iscritto il: mer set 28, 2011 10:31 pm
Località: Torino
Ha votato: 4 volte
E' stato votato: 43 volte

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda Emirates » ven feb 02, 2018 7:40 pm

Hugo Stiglitz ha scritto:
Pitigrilli ha scritto:Come dice bene Biagio, penso che molto dipenda dal fatto che ormai sono veramente in pochi a scrivere lettere (tutti scrivono mail!) perciò si è smarrito anche quel senso di eleganza, di bon ton, di cortesia, di rispetto che accompagnava questa attività

Certamente si sono smarrite eleganza, cortesia, educazione e tutto ciò che contraddistingueva una persona a modo da un burino o buzzurro.
Altrimenti non si spiegherebbero persone, per lo più maschi (volutamente non ho usato il termine uomini) che si trascinano nel weekend per le pubbliche vie e frequentano locali per tutti (dove quindi presenziano famiglie e persone educate) con vestiti luridi da far pena ad un contadino a fine giornata, maleodoranti più di uno stalliere smontato da un cavallo, con i capelli più unti del motorista di un sommergibile.
Non si è persa l'abitudine a scrivere lettere, oltre a quanto positivo di cui sopra si è perso il rispetto per se stessi e per il prossimo.
Cordiali saluti.

Beh questo è il tuo onesto parere, per queste persone che tu descrivi unte, maleodoranti,vestite da contadino ecc. la persona spiacevole se tu magari.
Questo perbenismo è veramente un discorso da medioevo! sono_arrabbiato

Emirates
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 79
Iscritto il: gio feb 02, 2017 1:33 pm
Ha votato: 34 volte
E' stato votato: 0 volta

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda ignotus » sab feb 03, 2018 3:58 pm

ho preso internet fibra sostituendo quella a doppino telefonico, d'altronde anche noi vecchietti dobbiamo cercare di stare a passo con i tempi.


Caro Tinos...anch'io ho messo la fibra per lavorare meglio. Se vuoi ti dico qualcosa in privato circa quanto affermo sull'uso di internet ma...credimi che quanto affermo circa il mancato uso è vero! Si dice il peccato ma non il peccatore anche se sai chi è! Oggi sono andato all'Eurobrico per acquisti e lì ci sono risme da 500 fogli al miserevole prezzo di 2,99 euro! Con un bancale di risme come questa la posta di Sicilia dell'epoca di re bomba poteva stamparsi tutti i testoni con la "sacra effigie del re"! Usare per scrivere agli amici un pezzetto di carta da formaggio: da "vivi di fame" moralmente anche se stai "bene in carta". Ti ripeto: ricevo lettere da gente "priva di stile di vita" che usa postit, pezzi di carta dell'ufficio dove lavora, retro di avvisi della parrochia frequentata...io soinceramente mi vergognerei a farlo. Se fossimo in tempi calamitosi direi: sono costretti a farlo per necessità. Pensati che ho un "frammento primo giorno" della serie di Albania del 1949 con l'effigie di enver oxha del 1949 (Yvert 404-411) con quattro degli otto francobolli timbrati appiccicati su un lato e gli altri quattro sull'altro...ma allora in Albania le persone dovevano farsi la nottata in fila con il freddo per avere un litro di latte razionato e sperare che fosse arrivato! Riguardo a quanto ti ho promesso dico che oggi spero di finire il riordino di un "megalotto misto" e poter confezionare quanto ti ho promesso e poi spedirtelo lunedì mattina. Quando riesco a trovare mercanzia a prezzo risibile mi dico: forse vivo nell'Eden filatelico?

Avatar utente
ignotus
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 6022
Iscritto il: sab gen 12, 2008 10:47 pm
Località: nel centro del Veneto
Ha votato: 39 volte
E' stato votato: 73 volte

Re: Forse una questione di stile o di educazione...

Messaggioda Hugo Stiglitz » mar feb 06, 2018 6:50 pm

Emirates ha scritto:per queste persone che tu descrivi unte, maleodoranti,vestite da contadino ecc.

Vediamo di chiarire alcuni concetti.
Ho scritto
si trascinano nel weekend per le pubbliche vie e frequentano locali per tutti (dove quindi presenziano famiglie e persone educate) con vestiti luridi da far pena ad un contadino a fine giornata, maleodoranti più di uno stalliere smontato da un cavallo, con i capelli più unti del motorista di un sommergibile.

Come poteva essere interpretato ciò che ho scritto?
Una critica nei confronti di chi ha appena lasciato un duro lavoro e va a casa sua a ricomporsi?
No, proprio no, non ho scritto questo.
Siccome ho precisato
nel weekend
è palese che non parlassi di persone a fine turno di lavoro, che possono risultare impresentabili per necessità professionali, come potrebbe essere una persona che lavora in campagna o negli spurghi.
Di chi parlassi è chiarissimo.
Tu potevi non avere compreso ciò che ho scritto, e potevi forse educatamente chiedere un chiarimento.
Invece hai preferito essere tutt'altro che gentile
Emirates ha scritto:la persona spiacevole se tu magari.
Questo perbenismo è veramente un discorso da medioevo!

Quindi mi devo sorbire dello spiacevole del perbenista e del retrogrado perché tu hai interpretato a tuo modo.
Ma dirò di più.
Quando anche tu avessi interpretato in modo assolutamente corretto (seppur a modo tuo) chi ti legittima di essere offensivo nei miei confronti?
Vedi, perbenista nei dizionari è definito così

atteggiamento, modo di vita di chi desidera apparire una persona perbene secondo la morale borghese, comportandosi perlopiù in modo ipocrita e conformistico

La rilevi l'accezione offensiva o ti devo invitare allo studio sull'etimologia delle parole?
Per il termine spiacevole non c'è nulla da dire, se non che è offensivo.
Non sarebbe stato offensivo se tu avessi scritto che è stata detta una cosa spiacevole.
In quanto riferita ad una frase, mentre tu ti sei esplicitamente riferito a me.
Retrogrado è una tua opinione.
Se esprimessi l'opinione che ho di te, non la interpreteresti in modo edificante nei tuoi confronti.
E con buona ragione.
Ora concludo invitandoti ad esprimere tutti i pareri che vuoi, però possibilmente senza offendere nessuno.
Jeder kennt Hugo Stiglitz
Le mie collezioni preferite: Liechtenstein e Falkland.
HMS Glasgow: quando nel 6D conta più di un Kent.

Avatar utente
Hugo Stiglitz
Collezionista spigliato
Collezionista spigliato
 
Messaggi: 387
Iscritto il: lun ott 29, 2012 3:12 pm
Ha votato: 1 volta
E' stato votato: 20 volte


Torna a COMUNICAZIONI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite