Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

€. 2,35 Alti Valori del 2004

La serie ordinaria degli Alti Valori

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda vecchioranz » gio gen 06, 2011 3:24 pm

Grazie per la risposta penso anche io che si tratti di una cosa del genere,
per quanto riguarda a sinistra del francobollo in questione c'e il bordo del foglio che io ho ritagliato dopo la scansione
ciao ciao ciao

Avatar utente
vecchioranz
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 17
Iscritto il: dom feb 14, 2010 7:39 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » lun gen 10, 2011 2:58 pm

Preg. mo Vecchioranz, mi complimento per l'importante ritrovamento, è il primo caso di debordo o presenza del colore rosso rubino sul collo dell'Italia turrita verde smeraldo a sinistra, è molto probabile si tratti di un esenplare della seconda tiratura del rosso rubino originario del 2004; la prima tiratura mi risulta indenne da sbavature di colore, mente la seconda stampata nel tardo 2005 porta con se tutte le principali sbavature di colore dello stemma che si possono riscontrare nelle successive ristampe anche del 1,00 euro e nella terza del 2,80 euro e nel €. 2,35 marrone scuro vinaccia del 2006 (tre lastre con ritocchi, però senza la minima sbavatura di colore).
Per ora, essendo il primo caso ritrovato, può essere per il momento considerato un ritrovamento occasionale, anche se è molto strano un fatto, cioè la sbavatura di colore proveniente sicuramente dallo stemma rosso rubino da destra non sporca il naso della figura, ne il bordo superiore o inferiore del riquadro.
Le varietà riscontrate e segnalate del rosso rubino recuperate nei tre fogli di Catania dall'amico G. B. Spampinato di Giarre (CT) infatti non portano alcuna sbavatura di colore nel riquadro superiore, ma nasi incompleti (una ventina di esemplari), quindi mancanza di colore verde smeraldo e i nasi rossi, ripeto stampati tali e quali senza trascinamento di colore dal vicino stemma a destra (una trentina di esemplari nuovi + quattro usati e su lettera provenienti da altre Regioni), quindi errori di stampa non occasionali, ma ripetuti della lastra per ben determinate file verticali.
La medesima situazione si riscontra nel successivo "naturale" marrone scuro vinaccia (cambia la posizione e le righe verticali)..................speriamo sia possibile ritrovare altri esemplari, magari su documento o in blocchi nuovi.
Comunque mi congratulo per l'importante ritrovamento. tupitupi
Cordiali saluti
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda vecchioranz » lun gen 10, 2011 10:37 pm

Gent.mo Sig. Cervini,
ringrazio per i complimenti(fanno sempre piacere)e l'esaudiente spiegazione, spero che altri esemplari vengano notati in modo da mantenere vivo l'interesse per questo splendido francobollo

cordiali saluti ciao ciao ciao
Renato

Avatar utente
vecchioranz
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 17
Iscritto il: dom feb 14, 2010 7:39 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » ven gen 21, 2011 2:52 pm

In attesa della catalogazione delle due tirature "naturali" del 2,35 Alti valori (con lo stemma carminio chiaro e marrone scuro vinaccia) invece del normale rosso rubino e di tutte le sottovarietà (nasi rossi, nasi incompleti dell'Italia Turrita verde smeraldo e lo stemma più piccolo) mi è stato segnalato che sul sito Del Campe è apparso un esemplare perfetto con stemma carminio chiaro in vendita.
Vista la tiratura risibile e l'enorme difficoltà di recuperare del materiale a ben due anni dalla scoperta, potrebbe essere un'occasione per un collezionista interessato alla ricerca dei tre tipi diversi di €. 2,35.
Cordiali saluti
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda vecchioranz » sab gen 22, 2011 10:04 pm

Ringrazio per la segnalazione,inutile dire che ne ho subito approfittato, :mrgreen: aggiudicato al primo colpo.Spero sia bello come nell'immagine
saluti a tutti
Renato

Avatar utente
vecchioranz
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 17
Iscritto il: dom feb 14, 2010 7:39 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda adriano » lun feb 21, 2011 11:58 am

Gent.mo sig Cervini,
ho avuto recentemente l'occasione di recarmi a Milano e di intrattenermi con il personale di qualche filatelia del centro.
Accennando ai tre tipi diversi del €. 2,35 Alti Valori del 2004/2005/2006 ho potuto constatare che nessuno dei miei interlocutori era a conoscenza (e tantomeno ha mostrato interesse) di quanto si sta discutendo.
Ora, delle due l'una: o le variazione di colore dello stemma, i nasi rossi etc... non sono effettivamente caratteristiche che possono portare alla definizione di varietà e quindi non hanno e non avranno interesse per i collezionisti filatelici; oppure c'è stato un uso effettivo di un colore completamente differente (dovuto all'utilizzo della matrice computerizzata riservata e precedentemente utilizzata per il francobollo da €. 1 della stessa serie) come nel caso del 1967A e allora siamo effettivamente in presenza di almeno due francobolli "naturali" (uno dei quali, il marrone scuro vinaccia presenta delle sotto-varietà, i nasi rossi - i nasi incompleti e lo stemma più piccolo) che non possono non essere ufficialmente riconosciute.

Sistemando recentemente la serie "Castelli" ho notato che alcuni francobolli (ad es. il 500L o il 750L) presentano evidenti variazioni di colore dello sfondo, mi sembrano sbavature di colore o colori spostati, per le quali non ci sono riscontri sui cataloghi. Il 2,35 è nella stessa situazione?

La ringrazio per la risposta e le porgo i più cordiali saluti

Adriano

adriano
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 12
Iscritto il: gio gen 21, 2010 10:59 am
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » lun feb 21, 2011 12:31 pm

Preg. mo Adriano, in una filatelia dove ci si scanna per mezzo spazio tra un dentello e l'altro (passo) o per uno o due fori guida per i lineari sul bordo di foglio, penso che ormai non ci possano essere più dubbi sull'esistenza di tre ben diversi €. 2,35 Alti Valori, uno originario, il n. 2738 del Sassone completo, emesso il 07/04/2004 e altri due "naturali", non ancora catalogati, apparsi nel Gennaio 2005 ( il carminio chiaro brillante) e nel Giugno 2006 (il marrone scuro vinaccia); sul fatto che si tratta di 3 emissioni diverse nel colore dello stemma non ci può essere alcun dubbio, a causa dei n. 3 codici a barre chiaramente diversi nelle linee, dei guidacolori a destra presenti od assenti, dei guidafogli a sinistra (verticali o orizzontali) e in particolare delle serie e dei numeri dei fogli AA.....(alto) CA..... e AA.....(basso) che non possono in nessun caso derivare da un'unica stampa e sono completamente diversi sui bordi dei fogli. Le foto postate dei campioni nuovi sono eloquenti ad occhio nudo:

http://i42.tinypic.com/2rprzpz.jpg

Carminio chiaro brillante del 2005 a destra, rosso rubino originario del 2004 in mezzo e marrone scuro vinaccia del 2006 a sinistra.

http://i56.tinypic.com/2gw5a2a.jpg

http://i54.tinypic.com/30394xl.jpg

Si tratta di materiale nuovo in blocchi, senza la minima sbavatura di colore, in quanto nel caso dell'usato, i soliti soloni e i puristi ab- libitum, che muoiono per il pelo nell'uovo, ma gli scappa la trave da un quintale, potrebbero pensare a chissà quali manipolazioni o taroccamenti.

Si tratta ovviamente di almeno n. 3 lastre computerizzate diverse, fatte con il copia incolla, non può trattarsi di usura, infatti non sono stati stampati con clichè o lastre zincate come negli anni 40/60, come è stato ben riassunto nella scheda analitica, sappiamo che per il rosso rubino originario in realtà sono state usate due lastre diverse, per il carminio chiaro una sola e per il marrone scuro vinaccia almeno tre, di cui l'ultima sicuramente modificata perchè variano le misure del riquadro e dello stemma. (segue per accennare alle varietà)
Cordiali saluti
Cervohold ciao ciao ciao
Ultima modifica di CARLO CERVINI il mar feb 22, 2011 1:01 pm, modificato 4 volte in totale.

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » lun feb 21, 2011 1:02 pm

(segue) Varietà del Rosso Rubino originario del 2004:

Prima lastra: stemma tendente al rosato (più chiaro), catalogato, n. 2738 del Sassone completo; nessuna varietà.

Seconda lastra: stemma tendente all'amaranto (più scuro), da catalogare; n. 2 varietà presenti però solo in alcuni fogli i "nasi rossi" alla riga n. 6 - 8 e 10 e i "nasi incompleti" alla riga 7 e 9 dell'Italia Turrita verde smeraldo.

http://i42.tinypic.com/igeu6g.jpg

http://i42.tinypic.com/25exnqe.jpg

http://i55.tinypic.com/2ymg1ac.jpg

Di queste due stupende varietà in due anni di ricerche ne sono stati ritrovati solo 48 esemplari nuovi + uno usato e uno su documento intero (nasi rossi) e n. 18 nuovi + uno usato (nasi incompleti) nella quasi totalità provenienti da Catania. Gli annulli di Padova e provincia e i tre di Catania dimostrano che sono esistiti almeno n. 5/6 fogli con la presenza di questa anomalia (varietà di stampa), il resto è stato usato per servizio e disperso.
______________ . ________________

Del "naturale" stemma Carminio chiaro con riquadro bicolore rosso e verde smeraldo del 2005, stampato nel Novembre 2004 non sono conosciute varietà.
Sono noti fino a oggi n. 8 fogli a Verona, n. 1 a Padova, a Milano e a Como, per circa n. 1.100 esemplari, due dozzine gli usati recuperati, il resto spariti nel nulla o consumati per posta.

http://i55.tinypic.com/oh4lrk.jpg

(segue)

Cervohold ciao ciao ciao
Ultima modifica di CARLO CERVINI il mar feb 22, 2011 5:11 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » lun feb 21, 2011 2:10 pm

(segue) Secondo "naturale" con stemma Marrone scuro vinaccia del 2006, ancora non catalogato:

Prima lastra: colore marrone scuro vinaccia, misure regolari (6,50 x 6,05 mm.), nessuna varietà.

http://i53.tinypic.com/w2izrt.jpg

Seconda lastra: colore marrone scuro n. 2 varietà, i "nasi rossi" nelle righe verticali n. 5 - 6 e 10 di pochi fogli, sempre senza spostamento o sovrapposizioni di colore, n. 38 esemplari recuperati nuovi di n. 4 fogli diversi nel Veneto + 2 su frammento e n. 2 usati sciolti, nelle righe verticali n. 3 e 4 una dozzina di esemplari con naso incompleto nuovi + n. 2 usati sciolti dell'Italia turrita (praticamente come nel rosso rubino)

http://i51.tinypic.com/v80g3p.jpg

http://i51.tinypic.com/2s6wzg9.jpg

Terza lastra: colore marrone scuro n. 1 doppia varietà, riquadro superiore e stemma più piccolo, circa 3/3,5 decimi di millimetro, stemma (6,50 x 5,70-5,75 mm.) presenti in pochissimi blocchi nella parte centrale dei fogli in basso e verso destra (righe n. 9 e 10 orizzontali); n. 62 esemplari nuovi ritrovati in n. 7 blocchi diversi di varie provenienze del Triveneto + 3 esemplari usati provenienti dall'Emilia (Piacenza, Carpi, Modena) + uno su documento completo. Si può considerare una fantastica varietà o addirittura un terzo francobollo "naturale" :?: infatti la lastra è stata evidentemente ritoccata. La forte diversità nelle misure si vede ad occhio nudo.

http://i47.tinypic.com/21mg3sg.jpg

Riutilizzo questa foto perchè la diversità del riquadro superiore e delle dimensioni dello stemma marrone è molto evidente, mentre in un blocco nuovo, il raffronto per immagini si perde tra i 3 diversi tipi di varietà, nel reale non c'è alcun problema visivo.

Complessivamente tra le tre lastre è accertata la stampa e la distribuzione in n. 12 Uffici PT del Trieneto, dell'Emilia e della Lombardia, di almeno 12/14 fogli da 100 esemplari, in gran parte dispersi per servizio a causa del fortissimo ritardo della scoperta, Ottobre 2008, Aprile 2009; la stessa situazione vale per gli altri due tipi.

Quindi, Preg. mo Adriano, nessuna meraviglia che a Milano alcune importanti ditte commerciali ignorino la cosa.......... il materiale è veramente esiguo, 1.000/1.500 esemplari su presunti decine di milioni di tiratura, che nessuno ha mai visto e nessuno riesce a recuperare. ridere_di_gusto ridere_di_gusto ridere_di_gusto ridere_di_gusto
Caro mio, per conoscere bisogna rompersi gli "zebedei" a ricercare, confrontare, verificare, un commerciante non ha tempo da perdere per queste cose da collezionisti, magari specialisti in ordinarie, il business prima di tutto, tanto me li porteranno, comprerò a 2 e venderò a 5; però la realtà è sotto gli occhi di tutti e credo che cataloghi seri e responsabili, come il Sassone, il Carraro-Sassone, il CEI e i più importanti cataloghi esteri (hanno chiesto informazioni e materiale per campione) segnaleranno e valuteranno questi meravigliosi francobolli, che sono stati regolarmente stampati, distribuiti e utilizzati per servizio dalle PT alla luce del sole e senza le solite fetecchie di scarto, come siamo purtroppo abituati a vedere in giro, Lei, se non ricordo male, ne aveva trovati una ventina d'esemplari nuovi a Pordenone e Treviso con n. 2 esemplari più piccoli della terza lastra...........abbia pazienza e se li tenga ben stretti. tupitupi

Cordiali saluti
Cervohold ciao ciao ciao

P. s. per quanto riguarda la seconda domanda sui "Castelli" risponderò in un altro momento , devo interrompere il collegamento.

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » mer feb 23, 2011 5:10 pm

adriano ha scritto:Sistemando recentemente la serie "Castelli" ho notato che alcuni francobolli (ad es. il 500L o il 750L) presentano evidenti variazioni di colore dello sfondo, mi sembrano sbavature di colore o colori spostati, per le quali non ci sono riscontri sui cataloghi. Il 2,35 è nella stessa situazione?

La ringrazio per la risposta e le porgo i più cordiali saluti

Adriano


Preg.mo Adriano, rispondo alla Sua seconda domanda, è vero nel caso dell'ordinaria "Castelli" del 1980 ci sono molti francobolli stampati in centinaia di milioni di esemplari che portano evidenti variazioni dei colori base sullo sfondo e anche nei particolari della vignetta centrale, sono in genere colori spostati o particolari (si dice centro spostato), in molti casi del colore dell'intera vignetta nelle quattro direzioni, sono di norma considerate delle varietà quegli esemplari nei quali lo spostamento è arrivato ad interessare i bordi esterni fino alla dentellatura, per almeno n. 2 mm. e oltre, le piccole sbavature sono talmente frequenti che non vengono neanche catalogate; anzi nei cataloghi specializzati vengono catalogate come varietà :?: :?: :?: :?: quelle fetecchie che escono dall'IPZS con dentellature sballate (ridicolo in una dentellatura a blocco) come materiale di scarto e dovrebbero essere distrutte........ultimamente però molti cataloghi hanno tolto giustamente la valutazione economica (era l'ora).

Il caso dei n. 3 €. 2,35 è lontano anni luce da queste pseudo varietà, in particolare le loro 4 varietà proprie + il caso intrigante del marrone con riquadro e stemma più piccolo, che non può derivare se non da una lastra computerizzata modificata di probabile derivazione dal 1,00 euro del 2005/06, in tutti gli altri valori compreso le n. 4 tirature del 2,80 e le due tirature del 3,00 euro non è noto un caso analogo, nemmeno occasionale.
I francobolli nuovi con gomma, usati sciolti e su documento postale hanno tutti sempre una dentellatura perfetta e regolare a blocco; non hanno mai alcuna macchia, alcun trascinamento o sbavatura di colore, si tratta di un errore secco nella sequenza delle barre ottiche dei 4 + 1 colori di base, come risulta evidente dai bordi di foglio. tupitupi tupitupi tupitupi tupitupi

La saluto e La ringrazio
Cervohold ciao ciao ciao

P. S. Nel Forum c'è un apposito topic "Serie Castelli" dove sono postati molti esemplari con queste anomalie e molte considerazioni nel merito.

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda adriano » lun feb 28, 2011 9:52 am

Gent.mo Sig. Cervini,
grazie per la risposta così ben articolata e dettagliata: senza dubbio il 2,35 rappresenta un caso vero ed interessantissimo, forse unico nella storia filatelica della Repubblica. Mi auguro che le sue argomentazioni, supportate anche dai ritrovamenti e dalle considerazioni fatte da altri collezionisti che sono intervenuti o leggono il forum, trovino presto riscontro anche tra coloro che redigono i cataloghi.
Buona giornata
Adriano

adriano
Collezionista alle prime armi
Collezionista alle prime armi
 
Messaggi: 12
Iscritto il: gio gen 21, 2010 10:59 am
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » gio mar 03, 2011 3:18 pm

Preg. mo Adriano, la ringrazio molto per i Suoi apprezzamenti, a volte non è facile dimostrare anche le cose più semplici ed evidenti...............troppe volte sono state passate per buone tante falsificazioni e alterazioni di francobolli ed una certa cautela è d'obbligo.

In questi ultimi giorni sono emerse delle novità importanti con riferimento al €. 2,35 sesta lastra modificata con il riquadro superiore e lo stemma più piccoli; sono stati ritrovati a Padova sei esemplari nuovi in blocco del 1,00 euro del 2005 con il medesimo riquadro e lo stemma marrone scuro vinaccia più piccolo 6,50 x 5,70 mm. (vedere nell'apposito topic).

http://i50.tinypic.com/2z7iz35.jpg

Il ritrovamento è estremamente importante perchè sappiamo che questa grande rarità del €. 2,35 è stata stampata in coda alla seconda tiratura del 1,00 euro del 2006, questo conferma quanto dimostrato nelle fotografie postate e ribadisce l'indiscrezione nel merito uscita due anni fa dall'IPZS e prontamente segnalata nelle ricerche e sul Forum.

http://i51.tinypic.com/v80g3p.jpg

La saluto e la ringrazio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » mer mar 09, 2011 1:06 pm

Preg. Adriano, La informo che sulla Home page del Sito Philweb è stato inserito per gli specialisti interessati un nuovo aggiornamento con didascalie e fotografie a colori (che possono essere ingrandite a piacimento per vedere i particolari) dei tre tipi di €. 2,35 con le 4 varietà sulla testina verde e in tipo più piccolo con il riquadro del 1,00 euro.

Cordiali saluti
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » gio mar 10, 2011 4:47 pm

Cari amici del Forum, l'amico G. B. Spampinato di Giarre (CT) mi segnala alcune incongruenze nella attribuzione delle varie lastre ai vari tipi diversi degli Alti Valori del 2004 - 2005 e 2006; cerchiamo di chiarire il problema:
1) per indicare l'anno di stampa l'IPZS utilizza un codice alfanumerico conposto da una serie, AA per il 2004, BA per il 2005, CA per il 2006 ecc..... codice prodotto es. 0011763 + numero del foglio (il codice a barre computerizzate in alto a destra serve solo per i colori delle vignette di ogni tipo).
2) Se tutti i francobolli i 3 €. 2,35, il 2,80, il 3,00 e l' 1,00 euro 2005 fossero stati stampati nel 2004 dovrebbero avere solo la serie AA + codice + numero progressivo, invece questo non succede; è evidente che si tratta di lastre di stampa computerizzate diverse, stampate in anni diversi in successione.
3)il €. 2,35 rosso rubino originario del 2004 porta sempre la serie AA, mantiene inalterato il numero di codice prodotto 005820 della prima lastra, mentre nella seconda stampa che è apparsa nel giugno 2005; il "naturale" Carminio chiaro brillante del 2005 cambia sia la serie che il codice prodotto, passa a CA 0011763...., inserisce un nuovo guidacolori azzurro a sinistra (a fianco della riga n. 10), ha il guidafogli nero sul bordo, quindi è una nuova lastra di stampa computerizzata a se stante, evidentemente un nuovo francobollo.
il "secondo naturale" Marrone scuro vinaccia apparso nel 2006, mantiene invece la serie AA però cambia il codice prodotto ed è privo del guidacolori azzurro a sinistra, ha il guidafogli nero sempre al centro del bordo destra, quindi è un'altra nuova lastra diversa da tutte le precedenti; il 2,80 cambia la serie, diventa BA 8084....... e la mantiene per tutte le tre tirature anche se cambiano le lastre, il 3,00 euro porta la serie BA............. e la mantiene per le due tirature 2004 - 2006, il 1,00 lo stesso serie AA e CA per le sue due tirature chiaramente diverse.
A questo punto, non essendo possibile l'usura della lastra, è fatta con il computer, non siamo rimasti ancora ai tempi delle lastre zincate per calcografia e rotocalco degli anni '50, non possono che essere delle nuove lastre create successivamente per nuove ristampe con colori errati (altro che "piccola variazione di colore" ridere_di_gusto ridere_di_gusto ridere_di_gusto ), magari sono state fatte con il copia incolla, soggette a possibili errori nei colori per esaurimento delle cartucce e variazioni nelle figure o piccoli ritocchi......... esattamente quello che le anomalie emerse denunciano in modo evidente..
Solo nel caso del €. 2,35 marrone scuro vinaccia con il riquadro e lo stemma più piccolo, cambiano addirittura le misure di base del riquadro superiore e dello stemma) presenti in alcuni fogli; c'è inspiegabilmente il medesimo riquadro e lo stemma del 1,00 euro seconda lastra che presenta delle dimensioni ridotte perfettamente identiche, tutte le alte lastre di stampa invece sono perfettamente normali.

Cordiali saluti
Cervohold ciao ciao ciao
Ultima modifica di CARLO CERVINI il mer mar 16, 2011 5:40 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » mer mar 16, 2011 4:48 pm

Cari amici del Forum, girando per i Siti filatelici, in quello di Del Campe ho trovato una quartina del " I° naturale " carminio chiaro, non ancora catalogato, in vendita a €. 30,00; la cosa interessante, in chiave specialistica, è che il bordo di foglio a destra porta la serie CA, il codice prodotto e il numero del foglio, chiaramente diverso dalla serie AA del rosso rubino originario del 2004 a riprova che si tratta di una nuova lastra di stampa (la terza) e di un nuovo francobollo regolarmente distribuito ed utilizzato passato inosservato per ben 4 anni.

Cordiali saluti
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2873
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 52 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Alti Valori

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite