Philweb.it - Il news magazine online di Filatelia, Francobolli, Storia Postale
Indice   FAQ   Cerca   REGOLAMENTO
Iscriviti  Login
Benvenuti in Forum Francobolli
La community italiana dedicata alla filatelia, alla storia postale e ai servizi postali.

€. 2,35 Alti Valori del 2004

La serie ordinaria degli Alti Valori

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda AdrianoF » lun mar 12, 2012 4:58 pm

"Da ultimo alcune note aggiuntive, che credo molto interessanti..."

Gent.mo sig. Cervini, grazie per il prezioso lavoro di ricerca e valutazione sui vari tipi del 2,35 e della sintesi che spero arrivi anche a chi "governa" la catalogazione perchè sarebbe effettivamente una grossa mancanza il non prendere atto di queste varietà che il suo attento lavoro a portato all'evidenza. In qualche post riferiva anche il fatto che ci sono differenze sulla dimensione di alcuni particolari dello stemma. Anche quello mi sembra una osservazione interessante, non so fino a che punto apprezzabile dagli esperti ufficiali.
Comunque queste differenze di colore dei vari tipi del 2,35 delle tirature successive alla prima, non possono che essere attribuibili all'effettivo uso, accidentale ovviamente, di un colore completamente differente, cioè di un colore (come lei bene spiega) utilizzato per altri valori della serie.
Grazie e ci tenga informati sull'evoluzione del caso.
cordiali saluti
Adriano

AdrianoF
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mar gen 17, 2012 10:39 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 0 volta

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » mar mar 13, 2012 1:41 pm

[quote="AdrianoF"]"Da ultimo alcune note aggiuntive, che credo molto interessanti..." In qualche post riferiva anche il fatto che ci sono differenze sulla dimensione di alcuni particolari dello stemma. Anche quello mi sembra una osservazione interessante, non so fino a che punto apprezzabile dagli esperti ufficiali.

Preg. mo Adriano, il problema delle differenze delle dimensioni che si riscontrano solo su alcuni fogli del €. 2,35 marrone scuro vinaccia è in realtà estremamente importante per tutta una serie di motivi:

Il diametro dello stemma è il punto più facilmente misurabile, 0,3 decimi di millimetro in meno del normale, e più visibile anche ad occhio nudo osservando un blocco, ma in realtà è tutto il riquadro superiore che è più piccolo, ovviamente è più difficile misurarlo sulla testina, che ha contorni irregolari e negli spazi bianchi.

Quando fu analizzato al C M P di Verona nel 2008 la dimensione netta dell'area all'interno dei n. 4 perimetri apparve subito evidente nella differenza minore, poi ci furono i riscontri delle misure e peritali.

Questa importante varietà è sconosciuta per gli altri Alti Valori del 2004 il 2,80, il 3,00 e la prima tiratura del 1,00 euro del 2005 e anche per il 2,35 rosso rubino originario del 2004 e il 2,35 carminio chiaro del 2005; si manifesta solo nel marrone scuro vinaccia del 2006, guarda caso proprio a valle della seconda tiratura del 2006 del 1,00 euro, unico valore che manifesta un riquadro più piccolo del normale e perfettamente identico anche nei colori dello stemma.

Difficile la spiegazione, l'anomalia è identica sia sugli esemplari nuovi, usati sciolti e su racc..., quindi non ci sono alterazioni successive alla distribuzione, forse un problema durante l'asciugatura dopo la stampa, ma a mio parere, uno scostamento di ben 0,3 mm. non può che essere stato il risultato di un grossolano errore dei tecnici dell'IPZS che nella matrice di stampa computerizzata (ultima lastra di stampa) del 1,00 euro hanno sostituito solo il riquadro inferiore dove c'era la cifra nominale, l'impianto dei colori, delle cornici era identico ed è rimasto tale. senza_speranza

Cordiali saluti
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2827
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 46 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » ven mar 16, 2012 1:51 pm

[[color=#00FF00]quote="AdrianoF"]"

Gent.mo sig. Cervini, grazie per il prezioso lavoro di ricerca e valutazione sui vari tipi del 2,35 e della sintesi che spero arrivi anche a chi "governa" la catalogazione perchè sarebbe effettivamente una grossa mancanza il non prendere atto di queste varietà che il suo attento lavoro a portato all'evidenza.
[/color]

Preg.mo Adriano, il lavoro di ricerca e studio dei tre tipi di €. 2,35 era onestamente doveroso, sia in termini di scoperta sia come opprofondimento ed immagini da condividere ed eventualmente confrontare; stranamente la cosa non ha invogliato molti interventi sul Forum, pur essendo di fatto l'ultima Ordinaria Alti Valori di tipo tradizionale in euro post 2002.

La catalogazione è importante e prima o poi ci sarà, l'eventuale valutazione interessa solo gli scopi commerciali, ma la realtà è sotto gli occhi di tutti i collezionisti, si tratta di materiale autentico, regolarmente distribuito negli Uffici, utilizzato per servizio in tariffa agevolata fino al 31/12/2004, recuperato fortunosamente sia in blocchi nuovi, usati sciolti e documenti postali in tariffa con complementari,,,,,,,,,,,,quindi chiaramente sono degli esemplari non alterati o taroccati, sono stati anche verificati da periti e resi pubblici su riviste specialistiche e Siti Web.

Che si tratti di tre emissioni o ristampe successive, comunque diverse, lo testimoniano i bordi dei fogli e le serie diverse, per il resto..........si vedrà, siamo in un periodo difficile per la filatelia e il collezionismo, con delle grosse trasformazioni che riguardano le nuove emissioni italiane.........c'è il rischio concreto di disincentivare le nuove generazioni al gusto della ricerca e alla voglia di proseguire nelle collezioni, troppi vedono il francobollo solo come un elemento commerciale.....se non c'è un valore economico, non interessa...............è un grosso problema.

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao
Allegati
€. 2,35 CA RB MS 6 Ter.JPG

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2827
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 46 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » ven ago 23, 2013 10:16 am

Dopo un lungo silenzio durato mesi, ricerche, comparazioni e misurazioni, il €. 2,35 Alti Valori del 2004 calcografico nei tre tipi è tornato agli onori della cronaca; nel N. 79 della rivista dell'AFIS "La Ruota Alata" sono stati accertati i primi due tipi, l'originario del 2004 con stemma Rosso Rubino con serie AA e la seconda emissione (ristampa) con stemma Carminio Chiaro del 2005 con serie CA; il terzo tipo del 2006 con stemma Marrone scuro vinaccia rimane ancora Sub Iudice a causa della medesima serie AA presente nell'originario del 2004. tupitupi tupitupi

Nel successivo n. 82 sempre della "Ruota Alata" si esamina anche la presenza nella terza emissione Marrone del 2006 dei riquadri e stemmi leggermente più piccoli sostenendo giustamente che l'impianto di base rimane identico ai due tipi precedenti, quindi la leggera diversità non appare filatelicamente significativa; le informazioni provenienti dal Poligrafico, fin dalle origini, avevano circoscritto il fenomeno a pochi fogli, distribuiti casualmente nel Veneto, anomalia verificatasi nel delicatissimo passaggio dell'asciugatura degli stessi dopo la stampa calcografica nelle rastrelliere, per il troppo calore aveva reso più sottile il tratto delle righe esterne delle 2 foglioline degli stemmi e delle righe dei riquadri superiori ed inferiori; niente di eclatante, una variazione da 0,5 a 1,2 decimi di millimetro (misurati da alcuni periti filatelici), però non si può negare che esistono. senza_speranza

Dal Poligrafico stanno uscendo altre novità clamorose circa la numerazione dei fogli nelle varie ristampe dei vecchi e nuovi francobolli ordinari e circa il riutilizzo delle serie alfanumeriche originarie...........vedremo gli sviluppi. :shock:

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2827
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 46 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » lun ago 26, 2013 2:54 pm

Circa il riutilizzo delle medesime serie originarie da parte del Poligrafico ne avevo già accennato nel caso clamoroso del 0.10 centesimi stampato in rotocalco dell'ultima serie ordinaria la Donna dell'Arte, ristampato più volte in anni diversi successivi al 2004 pur mantenendo la serie originaria AF............ c'era voluta la scritta sbagliata sul bordo "il foglio di 100 esemplari vale €. 5,00 invece che 10,00" non bastava la chiara variazione del colore marrone chiaro della tiratura originaria, la diversa disposizione dei triangoli sui bordi a destra e l'impressione dei tratti del viso e dei capelli della figura molto più scuri e visibili nella seconda tiratura eseguita non prima del 2006.

La stessa cosa per il 0,41 calcografico, dove ci sono è vero molte variazioni di colore del marrone e del grigio, abbastanza normali in calcografia, ma la variazione importante consiste in questo caso nel passo della dentellatura a pettine doppio (sia in verticale che in orizzontale) che cambia da 13,1/4 a 13,1/5 a 13,3/4, la presenza di questa importante anomalia era stata ampiamente rappresentata con immagini e materiale nel suo topic dedicato, studiata e confermata dai periti, ma lasciata cadere nell'oblio più assoluto.

Adesso si portano altri casi riscontrati del 0,45, del 0,77 del 2002 e del 0,85, sia sulla rivista specialistica l'Odontometro dell'AIFS di Bologna, sia su altre ricerche pubblicate; probabilmente è accaduta la stessa cosa per la terza stampa del €. 2,35 marrone scuro vinaccia del 2006 ancora serie AA come l'originario di diverso colore rosso rubino del 2004 , il marrone infatti non si trova mai isolato su Racc..... aperta o altro documento in tariffa agevolata ( 1,90 + 0,45) in vigore fino al 31/12/2004, ma sempre con complementari, come il Carminio chiaro del 2005 a causa del passaggio alla tariffa minima di 2,80 rimasta ferma e in vigore fino al 2009.

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2827
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 46 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » mar dic 06, 2016 2:41 pm

Cari amici del Forum, riprendo dopo mesi questo argomento, perchè con mia grande sorpresa sul bollettino "La voce Scaligera" della 127^ Veronafil è stato pubblicato un bellissimo richiamo con immagini riferito ai tre tipi di €. 2,35 alti valori del 2004/05/06.

Si dice per richieste d'informazioni nel merito pervenute alla Scaligera, visto la perdurante incredibile mancanza di una catalogazione specifica sul Sassone e sull'Unificato a ben 8 anni dalla scoperta, già assai tardiva.

Mi dicono che nel prossimo bollettino della 128^ di Maggio ci saranno le immagini dei tre tipi del €. 2,80 con la testina verde pisello, verde scuro e grigio e del €. 3,00 con gli stemmi marrone e rosso carminio richiesti per lo stesso motivo (per le immagini vedere i loro topic).

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao
Ultima modifica di CARLO CERVINI il mar dic 06, 2016 3:15 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2827
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 46 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » mar dic 06, 2016 3:10 pm

Vi informo che proprio a Veronafil c'è stato un colpo di scena con riferimento alla sequenza di stampa dei tre tipi del €. 2,35; fino alle ricerche fatte dal perito Dr. Marcello Manelli relative alle serie e ai numeri di registrazione sui bordi dei fogli si riteneva che il 2,35 con lo stemma rosso rubino fosse stato stampato nel 2004 ( emesso il 7 Aprile, serie AA......... numero basso), il 2,35 con stemma carminio chiaro stampato nel 2005 (apparso in Marzo, serie CA 011763172) e il 2,35 con stemma marrone scuro vinaccia, apparso nel 2005/06 (sempre serie AA005741115 con numero alto).

La scoperta consiste nel fatto che la serie CA del carminio chiaro è stata stampata in sequenza con certezza nel 2006, quindi la sequenza esatta è:

1) 7/04/2004 €. 2,35 rosso rubino chiaro o tendente all'amaranto serie AA....... stampato in 1,22 milioni d'esemplari, senza guidacolori in posizione 91 a sinistra, con guidafogli verticale a destra.

2) Gennaio 2005 €. 2,35 marrone scuro vinaccia serie AA........stampato in n. 18/22.000 esemplari per la Telecom Spa, sempre senza guidacolori in posizione 91 a sinistra, ma con guidafogli orizzontale a destra.

3) Febbraio 2006 €. 2,35 Carminio chiaro serie CA......... stampato in n. 08/10.000 esemplari sempre su ordinazione privata e dei servizi all'utenza, con guidacolori azzurro in posizione 91 sul bordo a sinistra e con guidafogli verticale a destra.

L'alto valore da €. 2,35 soddisfava tutte le tariffe per le raccomandate agevolare RR in vigore (1,90 + 0,45 RR) fino al 31/12/2004, dal 01/01/2005 le agevolazioni tariffarie furono tutte abolite e riunificate al minimo di €. 2,80 + 0,45 per la ricevuta, salvo i contratti per la distribuzione delle fatturazioni ancora in corso con le grandi aziende utilizzatrici.........per questa ragione non si trovano documenti postali raccomandati con gli stemmi marrone e i carmini chiari isolati, ci sono (difficili da trovare), ma sempre con uno o più complementari. tupitupi tupitupi tupitupi

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2827
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 46 volte

Re: €. 2,35 Alti Valori del 2004

Messaggioda CARLO CERVINI » mar dic 13, 2016 4:52 pm

Carissimo Prof. Adriano, La ringrazio dell'sms, Le confermo che, dopo un lavoro improbo per decifrare la sequenza corretta delle varie ristampe delle tirature dei francobolli ordinari e dei servizi della Repubblica dal 1945 in poi, notoriamente mai dichiarati dal Poligrafico, grazie alle varie serie e ai numeri dei codici il Dr. Manelli è riuscito con certezza a identificare il periodo della serie CA del €. 2,35 Carminio chiaro stampato nei primi mesi del 2006, quindi ben 2 anni dopo il Rosso rubino originario del 7/04/2004 e la successiva ristampa del €. 2,35 marrone scuro vinaccia distribuito nel tardo 2005. :D

Il dubbio rispetto alla precedente sequenza era rimasto in sospeso per anni, anche per identificare con precisione quale dei due tipi, il marrone scuro e il carminio chiaro, stampati su ordinazione dei grandi utilizzatori privati è la più interessante per i collezionisti, cosa vuole che siano: 20/22.000 pezzi del marrone o 8/10.000 pezzi del carminio utilizzati e distribuiti in un bacino di 60 milioni di cittadini. tupitupi tupitupi tupitupi

Un abbraccio
Cervohold ciao ciao ciao

Avatar utente
CARLO CERVINI
Collezionista Guru
Collezionista Guru
 
Messaggi: 2827
Iscritto il: mer apr 08, 2009 1:47 pm
Ha votato: 0 volta
E' stato votato: 46 volte

Precedente

Torna a Alti Valori

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite